CronacaPolitica

Forza Nuova, Draghi valuta lo scioglimento per decreto: “Stiamo riflettendo”

Draghi valuta lo scioglimento di Forza Nuova. La questione "è all'attenzione nostra ma anche a quella dei magistrati"

Mario Draghi interviene sulla questione di Forza Nuova, spiegando che “è all’attenzione nostra ma anche a quella dei magistrati che stanno continuando le indagini e formalizzando le loro conclusioni. Ora a questo punto noi stiamo riflettendo” ha detto il premier in conferenza stampa al termine del G20 sull’Afghanistan.

Forza Nuova, Draghi valuta scioglimento

Prima di rispondere piccola gag con il giornalista che ha fatto la domanda: “Presidente, è inevitabile parlare…”. “No, è evitabile invece – dice in maniera ironica -. Comunque parliamone pure”. Intanto è finito sotto sequestro il sito web del movimento di estrema destra. Sono quattro gli indagati per istigazione a delinquere aggravata dall’utilizzo di strumenti informatici nel filone di inchiesta che ha portato al sequestro preventivo eseguito dalla polizia postale ieri e disposto dalla Procura di Roma per il sito web del movimento. Si tratta dei quattro firmatari del comunicato ‘Altro che Forza Nuova. Il popolo ha alzato il livello dello scontro e non si fermerà’, pubblicato sul sito dopo gli scontri di sabato scorso bella Capitale: Giuseppe Provenzale, Luca Castellini, Davide Cirillo e Stefano Saija.

Forza Nuova, sito sequestrato dopo corteo No Green pass: chi sono gli indagati

Per i pm, istigavano pubblicamente a commettere una pluralità di delitti e contravvenzioni”. In particolare nel decreto si cita il comunicato in cui si afferma: “Mesi di piazze pacifiche non hanno fermato l’attenzione accelerata dal Great reset, ora la musica è cambiata e il direttore d’orchestra e compositore è solo il popolo in lotta – costretto a difendersi dalla ferocia unanime di chi dovrebbe rappresentarlo, l’attacco alla Cgil rientra perfettamente in questo quadro analitico – che ha deciso di alzare il livello di scontro”.

Articoli correlati

Back to top button