Cronaca

Egitto, lo credono morto e gli fanno il funerale: 4 mesi dopo vaga per il cimitero

Gli fanno il funerale ma scoprono che è vivo. È successo nel villaggio di Kafr Al-Hosar, sobborgo del Cairo, dove un uomo è stato trovato a vagare in un cimitero quattro mesi dopo la celebrazione del sui funerale. È l’incredibile storia di Mohammed El-Gammal, un 40enne, ex insegnante, che soffre di un disturbo mentale. Immenso lo stupore dei familiari quando hanno scoperto di aver pianto la persona sbagliata.

Gli fanno il funerale ma è vivo, ritrovato a vagare dopo 4 mesi

A gennaio, l’uomo è scappato di casa. Non era la prima volta che succedeva, ma in quel caso la sparizione è durata molto di più rispetto al solito. I familiari hanno, quindi, iniziato a cercarlo fin quando sono stati contattati da un ospedale che ha detto loro di aver trovato un cadavere non identificato. In camera mortuaria, i parenti hanno confermato l’identità: si trattava del loro caro. Tutti, a parte una sorella dell’uomo, che, come riporta Arab News, era scettica.

L’epilogo

Il 21 marzo, quindi, il funerale. Dopo 4 mesi, poi, un uomo è stato visto aggirarsi nel cimitero del villaggio di Kafr Al-Hosar ed è stati portato in commissariato per l’identificazione. È qui che viene riconosciuto come Mohammed. Resta, dunque, da capire chi fosse l’uomo seppellito al posto di El-Gammal: sulla vicenda è stata avviata un’indagine.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button