CronacaPolitica

G7: Cina, “un piccolo gruppo non può decidere le sorti del mondo”

Intanto i leader del G7 lanciano la sfida alla Via della Seta con un piano globale sulle infrastrutture per i Paesi a basso reddito

La Cina attacca il G7 in corso in Cornovaglia affermando che sono finiti i tempi quando “un piccolo gruppo di Paesi” poteva decidere le sorti del mondo intero. Lo ha dichiarato un portavoce dell’ambasciata cinese a Londra, citato sul sito della Reuters.

Cina contro il G7: “i tempi sono cambiati”

Noi crediamo che i Paesi, grandi o piccoli, forti o deboli, poveri o ricchi, siano tutti uguali, e che gli affari del mondo devono essere gestiti attraverso la consultazione tra Paesi”, ha aggiunto il portavoce.

La sfida alla Cina del G7

Intanto, i leader del G7 hanno approvato un piano globale sulle infrastrutture per i Paesi a basso reddito in risposta alla Via della Seta lanciata dalla Cina. I leader del G7, sottolinea un comunicato della Casa Bianca, affermano di volere offrire un piano “con alti standard e trasparente” in opposizione alla Via della Seta cinese.


Leggi anche:

Articoli correlati

Back to top button