Economia

Gas, Italia boccia la proposta della Commissione europea su price cap a 275 euro a megawattora

L'accordo dunque non è previsto neppure per domani, e non è certo a questo punto che arrivi in tempo per l'inizio del prossimo anno

L’Italia boccia la proposta della Commissione europea su price cap sul gas a 275 euro a megawattora. I ministri sono attesi oggi a Bruxelles per concordare le ultime proposte avanzate.

Gas, Italia boccia proposta su price cap sul gas

Oggi i ministri europei dell’energia si riuniranno con l’obiettivo di concordare le ultime proposte avanzate per contrastare l’automento dei prezzi. Il controverso del price cap a 275 euro a megawattora proposto ( che scatterebbe solo in condizioni di emergenza) è stato criticato da tre grandi Paesi dell’Unione Europea, prima tra questi l’Italia.

I paesi non soddisfatti

L’Italia, la Spagna e la Francia hanno bocciato la mossa di Von Der Leyen che si è decisa a mettere sul tavolo una vera proposta dopo mesi. Il tetto prezzo è talmente alto che non sarebbe scattato neppure ad agosto, quando il metano era schizzato alle stelle con oltre 300 euro al megawattora.

Il ministro della Sicurezza Energetica Gilberto Pichetto Fratin non ha usato giri di parole e ha bocciato immediatamente la proposta dell’esecutivo. Dalla Francia fonti del Ministero della Transizione Ecologica hanno anticipato che Agnès Pannier-Runacher domani a Bruxelles spiegherà che la proposta è decisamente insufficiente e che l’esecutivo deve alzare di parecchio il livello di ambizione.

Paesi come Olanda e Germania temono che qualsiasi intervento sul mercato possa creare problemi di approvvigionamento. “Sarebbe una cosa molto, molto rischiosa”, ha spiegato una fonte diplomatica europea. L’accordo dunque non è previsto neppure per domani, e non è certo a questo punto che arrivi in tempo per l’inizio del prossimo anno.

Articoli correlati

Back to top button