Eventi

Ancora poco per partecipare al Genoa International Music Youth Festival

La cultura riparte dopo il necessario quanto doloroso periodo di stop totale che si è reso necessario durante i periodi più critici dell’emergenza sanitaria dettata dalla nuova pandemia.

Il comparto degli spettacoli dal vivo è stato quello che più di qualsiasi altro ha risentito dell’impossibilità di portare in scena gli artisti ma, se la musica leggera ha potuto contare sull’appoggio morale e sulle proteste di milioni e milioni di cittadini italiani, la musica colta ha sofferto anche di un periodo di “dimenticanza”, relegata agli angoli della scena culturale italiana. Questo, naturalmente, al netto degli aiuti governativi che, per quanto siano effettivamente arrivati, non sono stati certo sufficienti ad arginare il crollo economico del settore.

Cosa hanno fatto i giovani artisti in questo periodo di clausura forzata e di esilio dalle scene? Sono riusciti a esprimere lo stesso la propria arte e creatività, utilizzando un microfono per PC per registrare le proprie performance e un software per l’editing sonoro delle tracce regalando al Web la loro voce oppure preparando master da inviare ai discografici sperando in un’audizione, ma di certo non c’è nulla che possa sostituire il piacere e la qualità dell’esecuzione dal vivo.

Mentre gli appassionati di musica leggera riuscivano quindi forse meglio dei colleghi della musica colta ad adeguarsi a un nuovo modo di esprimere il loro talento, i musicisti e gli artisti del Bel Canto hanno forse sofferto più di ogni altro.

Non bisogna assolutamente pensare, tuttavia, che l’opera e la musica lirica abbiano smesso di essere vitali. A Genova infatti si è lavorato alacremente al fine di organizzare anche nel corso del 2021 l’International Music Youth Festival per giovani cantanti di musica lirica.

Come partecipare alle selezioni del Festival di Genova per il nuovi talenti lirici

Gli artisti selezionati nel corso del Festival avranno modo di partecipare a produzioni di respiro internazionale, organizzate in partnership con diversi Paesi di tutto il mondo, tra cui Cina, Cile, Giordania, Paraguay, Ungheria.

Le selezioni saranno eseguite per due categorie: la sezione opera e la sezione concerto lirico.

Sono aperte le audizioni per ricoprire i ruoli necessari alla messa in scena de Il Barbiere di Siviglia, la Bohème e la Tosca. Opere che ancora oggi diffondono la cultura italiana nel mondo, ai massimi livelli.

Per partecipare alla selezione per l’Opera è necessario presentarsi per un ruolo in particolare, che il candidato dovrà conoscere per intero, più altre due arie a scelta.

I cantanti che invece vorranno affrontare le selezioni per la sezione dedicata al concerto lirico dovranno preparare tre arie a scelta.

I più ambiziosi potranno presentarsi a entrambe le selezioni, a patto di preparare tutto il repertorio richiesto, ovvero un ruolo d’opera e tre arie.

Le iscrizioni alle audizioni rimarranno aperte fino al 10 Aprile 2021. Le audizioni si svolgeranno invece il 13 Aprile presso la Biblioteca Universitaria di Genova di via Balbi e i candidati selezionati riceveranno una comunicazione ufficiale entro i 15 giorni successivi all’audizione.

Articoli correlati

Back to top button