Cronaca

Genova, guardia giurata uccide la fidanzata e si toglie la vita

L'omicidio-suicidio è avvenuto nel quartiere di Pontedecimo

A Genova, una guardia giurata uccide la fidanzata e subito dopo, si toglie la vita. La tragedia è avvenuta nel pomeriggio di oggi, 4 gennaio, nel quartiere di Pontedecimo.

Genova, guardia giurata uccide la fidanzata e si toglie la vita

Omicidio suicidio nel pomeriggio di mercoledì, 4 gennaio, in via Anfossi, nel quartiere di Pontedecimo a Genova. Una guardia giurata di 31 anni ha ucciso la fidanzata di 24 anni e si è tolto la vita sparandosi. Sul posto sono intervenuti i medici del 118, le volanti e la squadra mobile che ha avviato le indagini.

Chi è la guardia giurata

La guardia giurata di 31 anni è Andrea Incorvaia, che ha ucciso la fidanzata di 23 anni, Giulia Donato, e si è poi tolto la vita sparandosi. Secondo una prima ricostruzione l’uomo avrebbe colpito la compagna per gelosia.

L’omicidio suicidio potrebbe essere avvenuto già ieri sera. L’ipotesi è al vaglio degli investigatori della mobile. La ragazza è stata trovata nel letto e sarebbe stata uccisa nel sonno. Incorvaia è stato trovato nella stessa stanza con la pistola di servizio in pugno.

Il ritrovamento dei corpi

A trovare i corpi dei due fidanzati è stata la sorella della guardia giurata che è andata in casa della cognata perché non aveva notizie del fratello dalla sera prima. La donna sapeva che i due si stavano lasciando e negli ultimi tempi le liti erano diventate frequenti.

Articoli correlati

Back to top button