Curiosità

I 10 giocattoli più pericolosi della storia: quali sono?

Quando pensiamo di dover fare un regalo ad un bambino, la scelta più giusta non può che essere un giocattolo che sia adatto alla sua età. Naturalmente non si può neanche immaginare che ciò che stiamo regalando possa essere in qualche modo un'arma in miniatura

Quando pensiamo di dover fare un regalo ad un bambino, la scelta più giusta non può che essere un giocattolo che sia adatto alla sua età. Naturalmente non si può neanche immaginare che ciò che stiamo regalando possa essere in qualche modo un’arma in miniatura. Ma quali sono i giocattoli più pericolosi della storia?

Quali sono i giocattoli più pericolosi della storia? La classifica

  1. Metal Casting Set
  2. Il kit per soffiare il vetro
  3. Il piccolo laboratorio atomico Gilbert U-238
  4. Lawn darts
  5. Aqua Dots (Bindeez)
  6. Sky Dancer
  7. Cabbage Patch Snacktime Kid
  8. BattleStar Gallactica Missile Launcher
  9. La pogo Ball
  10. Johnny Reb Canon

Metal Casting Set

Un simpatico kit per fabbricare da soli i propri soldatini di piombo. Una divertente operazione che richiede di fondere del piombo a 300 gradi.

 Il Kit per soffiare il vetro

Maneggiare materiale a 500 gradi di temperatura è decisamente istruttivo, si capiscono velocemente le regole di base della sicurezza personale. E un’ustione di terzo grado può avere qualcosa di affascinante.

Il piccolo laboratorio Atomico Gilber U (1951)

Una specie di piccolo chimico da pazzi, una mini centrale nucleare. Per imparare a sfruttare al massimo le proprietà dell’uranio, simpatico materiale inoffensivo. All’epoca, probabilmente ci trovavi dentro un pacchetto di sigarette in omaggio.

 

Laws Darts (Anni 50)

Meglio note come “le freccette infernali”. Il gioco consiste nel tirare delle freccette grosse e affilate su un mini bersaglio. Ovviamente, non tutti i bambini di 10 anni hanno una mira infallibile. Forse per questo il gioco ha causato più o meno 6100 feriti!

 

Aqua Dots (Bindeez) (2007)

Il gioco dell’anno 2007 in Australia. Un vero successo commerciale, almeno all’inizio. Si tratta di perline che si solidificano nella forma desiderata quando vengono bagnate con l’acqua. E anche quando vengono ingerite, come diversi bambini australiani hanno fatto.

 

 

Sky Dancer (2000)

La bambola kamikaze. Una bambola volante, come idea, non è male. Ma una bambola che vola a caso come un pilota giapponese, schiantandosi sui denti di qualche bambina, è un po’ meno divertente e causa un massiccio ritiro dal mercato…

Cabbage Patch Snacktime Kid (ovvero la bambola vorace) (1996)

Una bambola, piuttosto brutta tra l’altro, che poteva masticare qualunque cosa le si desse da mangiare: compresi i capelli o le dita delle piccole proprietarie alle prese con il loro istinto materno. Con un bottone d’emergenza avrebbe anche potuto funzionare, ma evidentemente chi ha concepito il giocattolo non ci ha pensato.

 

BattleStar Gallactica Missile Launcher (1978)

Il primo giocattolo relativo a una serie televisiva di successo. Buona idea, ma un missile, anche di plastica, resta sempre un missile. E nel 1978, le tecnologie non erano ancora così avanzate. Così che i missili si schiantavano un po’ ovunque, tranne che sul bersaglio desiderato.

 

La pogo Ball (tuttora in vendita)

Dal fisioterapista per curare una caviglia slogata, potrebbe anche funzionare. Ma per un bambino, la cosa si fa un po’ più delicata: si tratta, infatti, di un gioco di equilibrio che richiede di saltarci sopra. E naturalmente si cade, con una bella spinta aggiuntiva.

Johnny Reb Canon (anni ’60)

Un bel cannone in miniatura per giocare alla guerra di secessione, perché no? Ovviamente, come i missili di prima, un cannone rimane un cannone. E se è un’arma di 70 centimetri che spara pallini di plastica a 10 metri, il concetto di “giocattolo” diventa un po’ troppo relativo.

 

Articoli correlati

Back to top button