Cronaca

Giorgia Meloni a Palermo dopo l’arresto del boss latitante: “Giorno di festa, ma non abbiamo sconfitto la Mafia”

Il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni è arrivata a Palermo in seguito all'arresto del boss latitante da 30 anni

Il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni è arrivata a Palermo in seguito all’arresto del boss latitante da 30 anni, Matteo Messina Denaro: “Giorno di festa, ma non abbiamo sconfitto la Mafia”.

Palermo, Giorgia Meloni dopo l’arresto di Matteo Messina Denaro

Giorgia Meloni è arrivata nella mattinata odierna, 16 gennaio, in seguito all’arresto del boss latitante da 30 anni per congratularsi con le forze dell’ordine, Carabinieri e Ros che hanno condotto le indagini fino ad ammanettarlo.

“Mi piacerebbe immaginare che questo possa essere il giorno in cui possa essere celebrato il lavoro di questi uomini e queste donne, farò questa proposta – ha annunciato Meloni – Era una battaglia da vincere, anche se non abbiamo sconfitto la Mafia. È un giorno di festa per me. E sono fiera di aver difeso il carcere duro come primo provvedimento del mio governo”.

“Ho detto al procuratore capo e agli investigatori, ai Carabinieri, ai Ros che tutta l’Italia è fiera di loro – ha raccontato alla stampa – E che possono contare sui provvedimenti del governo per portare avanti questa battaglia insieme. Sono il volto migliore dell’Italia e noi siamo il tramite per mettere in campo i provvedimenti migliori”.

“Se alla fine Matteo Messina Denaro è stato trovato vuol dire che lo Stato ha continuato a lavorare. Spero che qualcosa di più possa uscire su chi ha collaborato con lui”. Quanto alle possibili polemiche con gli avversari politici: “Non penso che la lotta alla Mafia possa essere un tema divisivo”.

Articoli correlati

Back to top button