Almanacco

6 novembre: Giornata internazionale per la prevenzione dello sfruttamento dell’ambiente in situazioni di guerra

La giornata del 6 novembre  è stata conclamata, dall’Assemblea Generale dell’OnuGiornata internazionale delle Nazioni Unite per la prevenzione dello sfruttamento dell’ambiente in situazioni di guerra e conflitto armato celebrata in tutto il mondo.

Giornata internazionale per la prevenzione dello sfruttamento dell'ambiente in situazioni di guerra

Giornata internazionale per la prevenzione dello sfruttamento dell’ambiente in situazioni di guerra: cos’è?

Il messaggio di base della celebrazione è quello di sensibilizzare il mondo sugli effetti negativi e disastrosi, spesso dati per scontati, della guerra. Effetti che si riflettono sui civili, sull’economia ed anche e soprattutto sugli ecosistemi terrestri. La giornata mira a sollecitare una garanzia di protezione sull’ambiente, sulla prevenzione dei conflitti e sul mantenimento della pace.

Protezione dell’ambiente e prevenzione dei conflitti: come? 

Ad oggi, le Nazioni Unite coordinano sei agenzie e dipartimenti per aiutare i paesi a identificare e prevenire i fattori che portano alla distruzione delle risorse naturali in situazioni di guerra, promuovendo azioni di costruzione della pace:

  • il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (Unep): Risorse idriche inquinate, raccolti e foreste devastati e animali uccisi troppo spesso rientrano nelle strategie militari. Ma non solo, il controllo delle risorse naturali è tra i fattori che scatenano i conflitti. Questi sono i temi affrontati dal Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (Unep), i cui studi hanno dimostrato che negli ultimi 60 anni almeno il 40 per cento di tutti i conflitti interni erano connessi allo sfruttamento delle risorse naturali. Il 27 maggio 2016 le Nazioni Unite hanno adottato la Risoluzione Unep/EA.2/Res.15, che ha riconosciuto il ruolo degli ecosistemi integri e delle risorse naturali gestite in modo sostenibile nel ridurre il rischio di conflitti armati e ha ribadito il suo forte impegno per la piena attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile elencati nella risoluzione 70/1 dell’Assemblea Generale intitolata “Trasformare il nostro mondo: l’agenda del 2030 per lo sviluppo sostenibile”.
  • il Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo (Undp),
  • il Programma delle Nazioni Unite per gli Insediamenti Umani (UnHabitat),
  • l’Ufficio per il Supporto al Consolidamento della Pace (Pbso),
  • il Dipartimento degli Affari Politici (Dpa) 
  • il Dipartimento per gli Affari Economici e Sociali (Desa).

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio