Almanacco

Giornata mondiale degli insegnanti 2022, ecco le frasi più belle da dedicare

Giornata mondiale degli insegnanti 2022: quali sono le frasi più belle da dedicare? Oggi, mercoledì 5 ottobre, si celebra la giornata mondiale

Giornata mondiale degli insegnanti 2022: quali sono le frasi più belle da dedicare? Oggi, mercoledì 5 ottobre, si celebra la giornata mondiale degli insegnanti. È stata istituita nel 1994 dall’Unesco, l’agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di conoscenza e patrimonio culturale, nel giorno in cui nel 1966 erano state sottoscritte le Raccomandazioni sullo status dell’insegnante: si trattava di un documento d’intenti valido a livello internazionale in cui si fissavano gli standard in fatto di formazione, reclutamento, aggiornamento continuo e condizioni di impiego dei docenti.

Nella stessa ottica la stessa Giornata mondiale vuole essere un momento per celebrare, apprezzare e migliorare il riconoscimento e le condizioni di lavoro degli insegnanti di tutto il mondo. Vediamo insieme le curiosità e perché si festeggia.

Giornata mondiale degli insegnanti, curiosità e perché si festeggia oggi

La giornata mondiale degli insegnanti (conosciuta anche come “giornata internazionale degli insegnanti”) si tiene ogni anno il 5 ottobre dal 1994, commemorando le organizzazioni di insegnanti in tutto il mondo. Il suo obiettivo è quello di mobilitare il sostegno agli insegnanti e di garantire che i bisogni delle future generazioni continuino ad essere soddisfatte dai docenti. Nell’anno 2018 il tema scelto era “Gli insegnanti formati e qualificati sono essenziali per il diritto all’istruzione”.

Il 25º anniversario (1994 – 2019) della Giornata Mondiale degli insegnanti è stato commemorato in un paese dell’Europa, la Francia, la cui capitale è Parigi con un evento globale. Il tema era “Giovani docenti, il futuro della professione”. Questo giorno è l’occasione per celebrare la professione di insegnante in tutto il mondo, per fare il punto sui risultati raggiunti e per affrontare alcune delle questioni fondamentali per attrarre e preservare le menti più brillanti e i giovani talenti della professione.

Nel 2020, la Giornata mondiale degli insegnanti ha onorato i docenti con il tema “Insegnanti: guidare nelle situazioni di crisi, reinventare il futuro”. La pandemia di “corona virus” ha aumentato le già numerose sfide affrontate dai sistemi educativi a livello globale. Non è esagerato affermare che il mondo è a un bivio, e che ora più che mai dobbiamo lavorare con gli insegnanti per tutelare il diritto all’istruzione e per guidarlo nel contesto in evoluzione, che ha causato il Covid-19. A causa di tale pandemia, le celebrazioni del 2020 si sono tenute online.

La giornata mondiale degli insegnanti è stata organizzata con la collaborazione unita dell’UNESCO, dell’Organizzazione internazionale del lavoro e dell’Education International.

A un anno e mezzo dall’inizio della pandemia di COVID-19, la Giornata mondiale degli insegnanti 2021 sottolineerà il supporto che deve essere fornito agli insegnanti per partecipare pienamente al processo di recupero. Il tema scelto è “Insegnanti al centro del recupero dell’istruzione.

Le frasi da da dedicare

Di seguito tutte le più belle frasi di auguri da dedicare per questa giornata e anche delle immagini da inviare agli insegnanti per tributargli omaggio:

  • “Colui che è maestro di scuola può cambiare la faccia del mondo.” (Leibniz)
  • “Mi piace un insegnante che ti dà qualcosa da pensare da portare a casa oltre ai consueti compiti.” (Lily Tomlin)
  • “I cinici e gli scettici moderni… non vedono nulla di male nel dare a coloro ai quali affidano le menti dei loro figli un salario inferiore a quello pagato a coloro ai quali affidano la cura del loro impianto idraulico.” (John F. Kennedy)
  • “Un insegnante colpisce per l’eternità; non si può mai dire dove la sua influenza si ferma.” (Henry Brooks Adams)
  • “Se insegni, insegna anche a dubitare di ciò che insegni.” (José Ortega y Gasset)

festa-insegnanti-immagini-frasi-auguri-dedicare


  • “Il miglior maestro non ha discepoli, insegna soltanto ipotesi.” (Gesualdo Bufalino)
  • “Non tutti i supereroi hanno mantelli, alcuni hanno gradi di insegnamento.” (Heidi McDonald)
  • “Non ho mai insegnato ai miei allievi; ho solo cercato di fornire loro le condizioni in cui possono imparare.” (Albert Einstein)
  • “Il maestro se egli davvero è saggio non vi invita ad entrare nella casa della sua sapienza, ma vi guida sulla soglia della vostra mente.” (Khalil Gibran)
  • “I mestieri più difficili in assoluto sono nell’ordine il genitore, l’insegnante e lo psicologo.” (Sigmund Freud)
  • “Se davvero si vuole conoscere il futuro, non chiedete un tecnico, a uno scienziato o a un fisico. No! E non chiedete neppure a qualcuno che sta scrivendo il codice software. Se volete sapere ciò che sarà la società tra 20 anni, chiedete a una maestra di scuola.” (Clifford Stoll)
  • “I migliori maestri sono quelli che ti indicano dove guardare, ma non ti dicono cosa vedere.” (Alexandra K. Trenfor)
  • Conviene all’umanità di un maestro, mettere i propri discepoli in guardia contro se stesso. (Friedrich Nietzsche)
  • “Ogni studente suona il suo strumento, non c’è niente da fare. La cosa difficile è conoscere bene i nostri musicisti e trovare l’armonia. Una buona classe non è un reggimento che marcia al passo, è un’orchestra che prova la stessa sinfonia.” (Daniel Pennac)
  • Devo parlare dell’aria: t’assicuro, lettor mio, che mi dà molto pensiero il modo di incominciare. Molti amici miei, che si arrovellano per far imparare al prossimo il modo d’insegnare, mi hanno più volte ricantato che non bisogna adoperare un nome del quale non siasi prima data un’esatta definizione, né servirsi di cognizioni che non siano venute per le vie scientifiche; precetto che un po’ troppo rigorosamente applicato, condusse qualche maestro elementare ad insegnare in buona fede ai bambini, quali siano i muscoli che debbono muovere per pronunziare ciascuna vocale e ciascuna consonante dell’alfabeto: dissi insegnare, ma avrei dovuto dire invece fare imparare a memoria un trattatino fisiologico della pronunzia a quei poveretti, i quali te lo ripetono in coro, con quel tono con cui i pappagalli ripetono i vocaboli, i canarini le ariette di musica, e i versi di Dante un mio conoscente professore di declamazione. (Michele Lessona)

festa-insegnanti-immagini-frasi-auguri-dedicare


  • “Un insegnante che cerca di insegnare senza ispirare nell’alunno il desiderio di imparare sta martellando un ferro freddo.” (Horace Mann)
  • “L’insegnante è la persona alla quale un genitore affida la cosa più preziosa che possiede suo figlio: il cervello. Glielo affida perché lo trasformi in un oggetto pensante. Ma l’insegnante è anche la persona alla quale lo Stato affida la sua cosa più preziosa: la collettività dei cervelli, perché diventino il paese di domani.” (Piero Angela)
  • “Forse è questo insegnare: fare in modo che a ogni lezione scocchi l’ora del risveglio.” (Daniel Pennac)
  • “Un buon insegnante è un maestro di semplificazione e un nemico del semplicismo.” (Louis A. Berman)
  • Di solito il maestro di scuola è una figura di una certa importanza tra le donne di una comunità rurale; è considerato una sorta di indolente gentiluomo, di gusti e modi di gran lunga superiori a quelli dei rozzi corteggiatori di campagna e, di fatto, inferiore solo al parroco per erudizione. (Washington Irving)
  • “I buoni insegnanti sono costosi, ma i cattivi maestri costano di più.” (Bob Talbert)
  • “Chi osa insegnare non deve mai cessare di imparare.” (John Cotton Dana)
  • Il discepolo non è da più del maestro; ma ognuno ben preparato sarà come il suo maestro. (Gesù)
  • “Nell’insegnamento non si può vedere il frutto di una giornata di lavoro. È invisibile e rimane così, forse per venti anni.” (Jacques Barzun)
  • “In una società completamente razionale, i migliori di noi dovrebbero aspirare a diventare insegnanti e il resto di noi dovrebbe adattarsi a qualcosa di meno, perché il trasmettere la civiltà da una generazione a quella successiva dovrebbe essere l’onore più alto e la più alta responsabilità che chiunque possa mai avere.” (Lee Iacocca)
  • “Buon maestro è già quello che non lega, comprime o snatura l’anima dell’alunno.” (Arturo Graf)
  • Ho sempre pensato che la scuola fosse fatta prima di tutto dagli insegnanti. In fondo, chi mi ha salvato dalla scuola se non tre o quattro insegnanti? (Daniel Pennac)
  • “La scelta di un giovane dipende dalla sua inclinazione, ma anche dalla fortuna di incontrare un grande maestro.” (Rita Levi-Montalcini)

festa-insegnanti-immagini-frasi-auguri-dedicare


  • Tutti noi vogliamo insegnare agli altri, anche se riusciamo a trasmettere solo quello che non vale la pena di imparare. (Jane Austen)
  • “Si ripaga male un maestro, se si rimane sempre scolari.” (Friedrich Nietzsche)
  • “Un insegnamento di cattiva qualità è, quasi letteralmente, un assassinio e, metaforicamente, un peccato. Immiserisce lo studente, riduce a grigia inanità la materia insegnata. Insinua nella sensibilità del bambino o dell’adulto il più corrosivo degli acidi, la noia, le esalazioni dell’ennui.” (G. Steiner)
  • L’amore istruisce gli dèi e gli uomini, perché nessuno impara senza desiderare di imparare.” (Simone Weil)
  • “Ottimo è quel maestro che, poco insegnando, fa nascere nell’alunno una voglia grande d’imparare.” (Arturo Graf)
  • “Un maestro non ammaestra; educa, eleva.” (Paolo Crepet)
  • “Un buon insegnante è uno che si rende progressivamente superfluo.” (Thomas Carruthers)
  • Quale che sia la materia insegnata, un professore scopre ben presto che, ad ogni domanda posta, lo studente interrogato ha a disposizione tre risposte possibili: quella giusta, quella sbagliata, quella assurda. (Daniel Pennac)
  • “Solo gli insegnanti mediocri insegnano ciò che sanno, perché quelli buoni insegnano anche ciò che non sanno. I migliori? Insegnano quello che nessuno saprà mai.” (Mauro Parrini)
  • E pronuncia sempre con riverenza questo nome (“maestro”) che dopo quello di padre, è il più nobile, il più dolce nome che possa dare un uomo a un altro uomo. (Edmondo De Amicis)
  • Un insegnante è un minatore di talento. Non ha il diritto di estrarlo: ne ha il dovere. Ha di fronte gli stessi ragazzi, giorno dopo giorno. Sa dove cercare, se ha voglia di farlo. (Beppe Severgnini)

Articoli correlati

Back to top button