Giornata mondiale della salute mentale: un’opportunità per cambiare la concezione del malato

salute mentale

Il 10 ottobre si celebra la Giornata mondiale della salute mentale, nata per sensibilizzare la popolazione sulla salute mentale

Il 10 ottobre si celebra la Giornata mondiale della salute mentale (Mental Health Day). Ogni anno, diverse organizzazioni in questa giornata cercano di sensibilizzare la popolazione sulla promozione della salute mentale di bambini, giovani, adulti e anziani tramite stand informativi, conferenze e campagne.

Giornata mondiale della salute mentale: la lotta contro isolamento

La Giornata mondiale della salute mentale è stata istituita nel 1992 dalla Federazione mondiale per la salute mentale (WFMH) in collaborazione con l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Sebbene le malattie mentali stiano diventando velocemente la patologia più costosa al mondo, esse rimangano spesso nascoste ed hanno, a volte, dei risvolti tragici. Questo a causa dell’aumento dei tassi di suicidio in tutto il mondo, che sottolinea come siano diffuse le malattie mentali.

Spesso le persone affette da depressione o patologie simili, a causa della stigmatizzazione sociale, uguale sia nei paesi ricchi che in quelli poveri, non chiedono aiuto o ricevono cure adeguate.

La Giornata mondiale della salute mentale è un giorno importante per la riflessione su queste patologie. Essa si concentra sulla consapevolezza globale su queste malattie devastanti, ricordandoci il loro impatto e la sofferenza che causano ai pazienti e alle loro famiglie.

Per troppe persone, la mancanza di una conoscenza sulle malattie mentali, combinata ad un supporto inadeguato nell’affrontarle, è devastante. Tre quarti di coloro che soffrono di queste patologie sviluppano i sintomi già nella prima giovinezza.

L’impatto economico delle malattie mentali

Solo un terzo di coloro che soffrono di malattie mentali in tutto il mondo riceve delle cure. La mancanza di cure, a sua volta, spesso porta alla disabilità e alla mancanza di auto-sufficienza.

Il reddito perso da questi individui è uno dei motivi di perché il Fondo economico mondiale stima che nel 2030 l’impatto economico delle malattie mentali sarà superiore alla somma totale di quello del cancro, del diabete e della malattie respiratorie messi insieme. E il costo delle sofferenze umane che queste malattie causano è, ovviamente, incalcolabile.

La depressione: il male del secolo

Per quanto riguarda la depressione, non solo questa patologia è la causa principale della disabilità in tutto il mondo, ma nelle donne in gravidanza può anche colpire lo sviluppo del feto, con effetti che continuano nell’infanzia.

L’affetto e il supporto, che molti si aspettano se un loro caro sviluppa una malattia fisica cronica, sono spesso sostituiti dal silenzio, dall’isolamento e dalla paura quando la malattia coinvolge una patologia cerebrale. La stigmatizzazione peggiora tutto ciò che riguarda la malattia mentale, portando spesso allo sviluppo della depressione.

Pertanto, nella Giornata mondiale della salute mentale, dobbiamo fare pressione contro la vergogna che così ingiustamente circonda la diagnosi di una malattia mentale, mostrando il nostro supporto, parlando apertamente ed incoraggiando gli altri a fare la stessa cosa.

TAG