Il Governo boccia il taglio dellʼIva sugli assorbenti, Laura Boldrini: «Sono indignata, non è un bene di lusso per le donne»

governo-boccia-taglio-iva-assorbenti

Bocciato l'emendamento che avrebbe ridotto l'Iva sugli assorbenti. Proteste delle opposizioni. Sulla questione è intervenuta anche Laura Boldrini

Bocciato l’emendamento che avrebbe ridotto l’Iva sugli assorbenti. Proteste delle opposizioni. Sulla questione è intervenuta anche l’ex Presidente della Camera e deputata, Laura Boldrini.

Il Governo boccia il taglio dell’Iva sugli assorbenti

Il provvedimento, presentato dal Pd, sarebbe costato 212 milioni in caso di taglio al 10% e oltre 300 milioni con una riduzione dell’Iva al 5%, secondo i calcoli della Ragioneria di Stato. Lo ha spiegato la presidente della commissione Bilancio Carla Ruocco, confermando il no.

La situazione nel resto d’Europa

La situazione nel resto d’Europa – Nel resto d’Europa l’Iva sugli assorbenti è di gran lunga più bassa rispetto al nostro Paese. Ecco i dati:

  • La Francia ha portato l’imposta dal 20% al 5.5%
  • l’Olanda al 6%, in Inghilterra è stata ridotta dal 17,5% al 5,5%
  • In Belgio alcune parlamentari sono riuscite a inserire nella legge di bilancio del 2017 la diminuzione dal 21% al 6%
  • L’Irlanda, invece, l’ha abolita del tutto

Il commento di Laura Boldrini

Non sono mancate le proteste tra le opposizioni. Sulla questione, è intervenuta anche l’ex Presidente della Camera e deputata Laura Boldrini, che ha raccontato sulle pagine di Fanpage tutta la sua indignazione.

“Sono indignata, la maggioranza ha votato contro. Non è un bene di lusso, per tante famiglie rappresenta un costo. Non si capisce perché un bene di prima di necessità per le donne debba essere tassato al 22%”.

 

TAG