CronacaPolitica
Trending

Rousseau, voto su Draghi “temporaneamente” sospeso. Militanti 5S chiedono di esprimersi sul nuovo governo

Governo Draghi, sospeso il voto di Rousseau del Movimento 5 Stelle. Ad annunciarlo è stato Vito Crimi, capo politico del Movimento 5 Stelle

È stato sospeso il voto della piattaforma Rousseau sul governo Draghi. Ad annunciarlo è stato Vito Crimi, capo politico del Movimento 5 Stelle, il quale sul Blog delle Stelle ha spiegato: “Il voto sul governo previsto dalle ore 13.00 di oggi è temporaneamente sospeso. I nuovi orari di inizio e termine votazione saranno successivamente comunicati”.

Governo Draghi, sospeso il voto di Rousseau 

Il Movimento ha così accolto la richiesta di Beppe Grillo. Quest’ultimo nella giornata di ieri, martedì 9 febbraio, ha blindato Mario Draghi definendolo “grillino”, cercando di evitare che la base M5s arrivi ad un frettoloso no su Rousseau e che, di conseguenza, si spacchino i gruppi parlamentari al momento della fiducia in Parlamento. In un lungo video dopo le consultazioni di ieri sera il fondatore ha infatti smontato l’immagine dell’arido banchiere e ha definito il premier incaricato “uno di noi”.

Perché è stato bloccato il voto di Rousseau sul governo Draghi

Il voto di Rousseau su Draghi è stato rimandato a data e ora da destinarsi. In questo modo è stata congelata la situazione relativa ad un possibile ‘no’ al nuovo premier. Una decisione che ha fatto infuriare i militanti del Movimento i quali reclamano la consultazione sul governo Draghi e se la prendono anche con il fondatore.

“Boicottiamo il voto sullo Statuto – scrive  nei commenti un attivista – Vogliamo votare su Rousseau per dire no a un governo assembrato”. E ancora: “Rimandano la votazione! Mai più seduti allo stesso tavolo con due Mattei e mai con l’ex cavaliere. Lezzi e compagni resistete!”, scrive un altro militante.

Articoli correlati

Back to top button