EconomiaPolitica

Quanto guadagnano i ministri del governo Meloni: le dichiarazioni 2021

Quanto guadagnano i ministri del governo Meloni? A rispondere sono le dichiarazioni del redditi 2021, pubblicate sul sito di Palazzo Chigi. Stando a quanto è emerso, la ministra più ricca è Maria Elisabetta Alberti Casellati, alle Riforme istituzionali. È la componente del governo che guadagna di più con 253mila 385 euro. La ministra Casellati è seguita da Carlo Nordio, ministro della Giustizia (232mila 438 euro). Chiude il podio il ministro dell’Istruzione, Giuseppe Valditara, con 210mila 411 euro.


Chi è Maria Elisabetta Alberti Casellati:
Maria Elisabetta Alberti Casellati

Governo Meloni, quanto guadagnano i ministri: le dichiarazioni 2021

Al quarto posto di questa classifica c’è il ministro della Cultura ed ex direttore del Tg2 Gennaro Sangiuliano con 204mila 780 euro. Sono questi i “paperoni” del governo Meloni, più ricchi dello stesso presidente del Consiglio che nel 2021 ha dichiarato redditi per circa 152mila euro.

Gli altri ministri percepiscono redditi inferiori ai 200mila euro annui. In particolar modo, Andrea Abodi – ministro per lo Sport e per i giovani – è al quinto posto della classifica con 175mila 076 euro. Abodi è seguito dalla ministra del Lavoro e Politiche Sociali ed ex consulente del lavoro Marina Elvira Calderone (166mila 443 euro), il ministro per gli Affari regionali e l’autonomia, il leghista Roberto Calderoli con 147mila 077 euro, l’ex capogruppo al Senato di Forza Italia e ora ministra dell’Università Anna Maria Bernini (121mila 987 euro). Guadagnano poco più di 100mila euro Nello Musumeci ed Alessandra Locatelli, rispettivamente ministro della Protezione civile e delle Disabilità con 105mila 497 euro e 104mila 960 euro.


autonomia differenziata regioni calderoli
Roberto Calderoli

Sotto la soglia dei 100mila euro

Dell’attuale governo, ci sono sei ministri che guadagnano meno di 100mila euro di reddito imponibile. Si tratta di Paolo Zangrillo (Funzione Pubblica) con 98mila 471 euro, Francesco Lollobrigida (Agricoltura) con 99mila 982 euro, e Luca Ciriani (Rapporti con il Parlamento con 94mila 540 euro. Chiudono la graduatoria il ministro degli Esteri e vicepremier Antonio Tajani (54mila 434 euro) e Raffaele Fitto con un imponibile di 2089 euro percepito nel 2021. Dato però falsato dal fatto che il reddito da europarlamentare uscente è tassato alla fonte, cioè a Bruxelles. Per alcuni ministri (Matteo Salvini, Gilberto Pichetto Fratin) i dati non sono ancora disponibili.

Le auto dei ministri

Redditi, ma non solo: nelle dichiarazioni sono presenti anche le automobili in possesso dei ministri. Tra le più esclusive dichiarate c’è una vecchia Jaguar del 1986 che appartiene proprio a Fitto. Roberto Calderoli, ministro per gli Affari regionali e l’Autonomia, ha un parco auto con una Spider Nuvolari Cisitalia 202 SMM guidata dal pilota Tazio Nuvolari nella Mille Miglia del 1947, che si aggiunge ad una Fiat 500 del ’63 e ad una Mini del 2009, oltre ad una moto Bmw Hp2 del 2006.


governo-meloni-chi-e-ministro-lollobrigida
Il ministro Lollobrigida

Da menzionare anche Valditara, ministro dell’Istruzione, in possesso di una Tiguan Volkswagen, una Audi A1 e una Mercedes Glb 200 D. Meno d’epoca la Smart for two della ministra Bernini così come la Peugeot 207 della ministra Calderone e la Toyota Yaris della collega Locatelli. Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Alfredo Mantovano è in possesso di una Mini del 2017.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button