CronacaScienza e Tecnologia
Trending

Covid, la Gran Bretagna a un passo dall’immunità di gregge | Cosa vuol dire

La Gran Bretagna ad un passo dall'immunità di gregge: un primo dato di successo è la massiccia campagna di vaccinazione. Vediamo insieme cosa vuol dire

La Gran Bretagna ad un passo dall‘immunità di gregge contro il Covid. Ma cosa vuol dire? L’immunità di gregge scatta quando così tante persone hanno gli anticorpi che il virus non trova più ospiti per circolare e quindi smette di moltiplicarsi.

Come evidenziano anche i dati dell’University College London,  circa il 75% di chi vive nel Regno Unito ha sviluppato gli anticorpi contro il Coronavirus. Il dato si ottiene sommando tra chi a ricevuto almeno una dose di siero contro il virus, con chi ha avuto il Covid e che quindi si sarebbe immunizzato in modo naturale.

Grazie alla massiccia campagna di vaccinazione nel Regno Unito sono calati anche i decessi. Si è passati da mille al giorno a poche decine. Inoltre a Londra stanno riaprendo anche bar e ristoranti dopo mesi di duro lockdown. Ma è presto per dire che il Covid sia stato sconfitto. Questo per due motivi molto semplici: gli esperti sostengono che per raggiungere totalmente l’immunità c’è bisogno di un numero degli immunizzati superiore al 75%, inoltre ancora non sappiamo per quanti mesi durano gli anticorpi.

La Gran Bretagna ad un passo dall’immunità di gregge: il piano vaccinale

Il piano delle vaccinazioni anti-Covid nel Regno Unito ha portato ad una netta diminuzione della mortalità.  A cominciare  dai più anziani – i più vulnerabili – inseriti come prioritarie nella campagna vaccinale promossa dal governo di Boris Johnson e giunta a quasi 38 milioni di dosi somministrate (più del 50% della popolazione adulta) dove si sta completando la copertura dei 50enni.

Al contrario di quanto avvenuto in Italia (solo il 40% degli over 80), dove invece si è assistito al solito balletto tra categorie pronte a “sgomitare” vantando priorità su altre in nome di chissà quali diritti acquisiti. Fatto salvo il personale sanitario, ci si sarebbe dovuti concentrare solo ed esclusivamente sui soggetti più fragili, gli anziani, e non ai soliti furbetti.

Lockdown “duro”

Ai primi di gennaio 2021 il premier Boris Johnson annuncia alla nazione che, a fronte di un’impennata dei contagi e dei morti dovuti a fine 2020 proprio a causa della variante inglese, il Regno Unito entra in un lockdown – il terzo dall’inizio della pandemia – tra i più rigidi del vecchio continente. Londra è praticamente deserta, gli uffici della City vuoti, bloccati voli e attività non essenziali. Il piano funziona tanto che uno studio della Ons, l’Istat inglese, ha mostrato che i contagi si stabilizzano a febbraio e marzo. I decessi invece continuato a scendere in particolare fra gli ultra 80enni e 70enni, fra i primi a essere vaccinati e ad aver quindi sviluppato una maggiore immunità.

Allentamento restrizioni

Dal 12 aprile inizia la seconda fase e riaprono ristorantipub, locali all’aperto, negozi e parrucchieri. Alla base delle decisioni prese c’e’ il programma vaccinale che continua ad andare avanti con successo. I vaccini sono stati distribuiti a una velocita’ impressionante e continueremo a farlo. Abbiamo piu’ di 31 milioni che hanno ricevuto la prima dose e ora le persone ad alto rischio stanno ricevendo la seconda dose”. Lo ha detto il primo ministro britannico Boris Johnson nel corso di una conferenza stampa in cui ha illustrato alla nazione il piano nazionale di riaperture dopo il duro  lockdown degli ultimi mesi.

Cosa vuol dire raggiungere l’immunità di gregge

L’immunità di gregge, detta anche immunità di gruppo o immunità di branco, può essere definita come la capacità di un gruppo di resistere all’attacco di un’infezione, verso la quale una grande proporzione dei membri del gruppo è immune.

Si tratta di una forma di protezione indiretta che si verifica quando una parte significativa di una popolazione (o di un allevamento) ha sviluppato anticorpi specifici verso un agente infettivo (sia anticorpi sviluppati in seguito a superamento della malattia sia dopo una vaccinazione): la presenza di anticorpi sviluppati direttamente in un’alta parte della popolazione finisce con il fornire una tutela anche agli individui che non hanno sviluppato direttamente l’immunità. ( CLICCA QUI PER APPROFONDIRE). 


Articoli correlati

Back to top button