Guerra in Libia, oggi l’incontro tra Haftar e Sarraj a Mosca

guerra-libia-tregua

Guerra in Libia: oggi il generale Haftar il presidente del governo di accordo nazionale libico Sarraj saranno a Mosca per firmare la tregua

Guerra in Libia, dopo il cessate il fuoco oggi il generale Haftar il presidente del governo di accordo nazionale libico Sarraj saranno a Mosca per firmare la tregua.

Fondamentale la mediazione dell’Italia con l’intervento del premier Conte che oggi, alle 12 incontrerà il presidente turco Erdogan ad Ankara, mentre domani sarà la volta del presidente egiziano Al Sisi al Cairo.

Guerra in Libia, oggi a firma della tregua

All’indomani del cessate il fuoco, la tregua sembra reggere, i combattimenti sarebbero cessati già nella notte, alla periferia sud della capitale, epicentro del conflitto fino a questo momento.

Il ruolo dell’Italia

La tregua in Libia è grande successo diplomatico per il nostro Paese ma, soprattutto, rappresenta la fine di un’escalation che durava da tempo. Dopo il cessate il fuoco la soluzione politica è la strada giusta da percorrere, per far si che non si ritorni alle armi.

Il lavoro della diplomazia

Per arrivare a questa risoluzione hanno lavorato, congiuntamente, Italia, Russia e Turchia, con una serie di colloqui diplomatici negli ultimi giorni. Il Premier Conte si è detto soddisfatto di questa risolizione ma questo è solo il primo passo.

TAG