Cronaca

Guerra Ucraina e stato emergenza, cosa ha detto Draghi al Senato oggi

"Non cambia la decisione di porre fine il 31 marzo allo stato di emergenza per il Covid-19"

Guerra Ucraina e stato di emergenza umanitaria in Italia: il premier Mario Draghi ha riferito al Senato le scelte operate dal Governo per supportare la popolazione ucraina in questo momento di crisi. Ecco cosa ha detto.

Guerra Ucraina: cosa ha detto Draghi al Senato

L’Italia è pronta a fare di più, sia attraverso le principali organizzazioni umanitarie attive sul luogo, sia con donazioni materiali. Nel Consiglio dei ministri di ieri abbiamo stanziato 10 milioni di euro, a carico del Fondo per le emergenze nazionali, per assicurare soccorso e assistenza alla popolazione ucraina. Per farlo è stato dichiarato uno stato di emergenza umanitaria, che durerà fino al 31 dicembre e che ha esclusivamente lo scopo di assicurare il massimo aiuto dell’Italia all’Ucraina“, spiega il premier.

È un impegno di solidarietà, che non avrà conseguenze per gli italiani, e che non cambia – ha puntualizzato il premierla decisione di porre fine il 31 marzo allo stato di emergenza per il Covid-19“.

Articoli correlati

Back to top button