Guerra

Guerra in Ucraina, Zelensky avverte: “Se Mariupol cade fine dei negoziati”

Il presidente ucraino lancia un ultimatum. A Vilnius protesta dinanzi l'ambasciata russa

Guerra in Ucraina, Zelensky dichiara che se Mariupol cade sarà la fine dei negoziati. In Ucraina i combattimenti nelle ultime ore sono sempre più aspri, non a caso si è parlato di una Pasqua di sangue.

La fine dei negoziati

Dopo l’affondamento dell’Ammiraglia russa nelle acque del Mar Nero, e l’invio in reazione a ciò dei bombardieri strategici russi nell’area, la tensione è salita nel Paese. Mariupol, oramai quasi in procinto di cadere, è il principale obiettivo dei russi.  “La distruzione delle forze ucraine che difendono la città metterà fine ai negoziati con la Russia” ha dichiarato il presidente Zelensky.

Protesta in Lituania

Donne seminude, insanguinate e con una busta di plastica in testa stanno protestando davanti l’ambasciata russa a Vilnius in Lituania. In Estonia alcuni giorni fa si era tenuta una protesta simile.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio