Cronaca

Creavano hotel inesistenti, truffati 200 turisti a Roma: un giro d’affari da 600mila euro

Gran parte delle vittime della truffa erano ospiti statunitensi

Creavano hotel inesistenti, sono stati truffati 200 turisti a Roma, un giro d’affati di circa 600mila euro. Sono finite in manette due persone mentre altre 19 sono state denunciate nel corso di un’operazione condotta dai poliziotti in collaborazione con i colleghi dello  “Us Department of Homeland security”. Gran parte delle vittime della truffa erano ospiti statunitensi.

Roma, creavano hotel inesistenti: 200 vittime

Creavano sul web alberghi famtasma su cui, i turisti, prenotavano soggiorni fasulli. Gli arrestati raggiravano le persone chiedendo anche le credenziali delle carte di credito. Il tutto è stato scoperto dai poliziotti e sono finiti in manette due persone mentre altre 19 sono state denunciate nel corso di un’operazione condotta dai poliziotti in collaborazione con i colleghi dello  “Us Department of Homeland security”. Gran parte delle vittime della truffa erano ospiti statunitensi.

Come funzionava la truffa

Un giro d’affari di oltre 600mila euro scoperto dagli agenti. Gli indagati dovranno rispondere di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di frodi informatiche-telematiche e riciclaggio di denaro. Sono tutti di Roma gli indagati.

Il modus operandi era il seguente: i clienti prenotavano il soggiorno nell’albergo fantasma, nel centro di Roma, sul web. Venivano contattati telefonicamente dai truffatori che chiedevano loro le credenziali delle carte di credito con la scusa del versamento della caparra.

Sono stati sequestrati smartphone, pc portatili, carte di credito intestate a terzi, anche un Pos con cui venivamo effettuati i versamenti fraudolenti con carte clonate. A  due indagati sono stati contestati i reati di indebito utilizzo di carte di credito, sostituzione di persona, insolvenza fraudolenta e frode informatica.

Articoli correlati

Back to top button