Cronaca

“Aiutami ad uscire dall’auto”: l’ultima telefonata di Alessia al fidanzato prima di morire sulla A14

Incidente sull'A14, Alessia Grimaldi morta travolta da un suv: l'ultima telefonata al fidanzato prima di perdere la vita

Emergono nuovi dettagli sulla tragedia di Alessia Grimaldi, la ragazza di 23 anni di Castel Maggiore (Bologna) morta sulla A14 travolta da un suv. In particolar modo una ultima telefonata al fidanzato da parte della giovane che stava guidando per raggiungere Milano Marittima, lì dove aveva intenzione di trascorrere il weekend con alcuni amici.

Incidente sull’A14, Alessia Grimaldi morta travolta da un suv: l’ultima telefonata

La Fiat 500 della 23enne è finita contro il guard rail della corsia di sorpasso e si è spenta nel mezzo della carreggiata. Prima di morire, avrebbe chiamato il fidanzato: “Aiutami ad uscire dall’auto”. Un modo per chiedere come uscire in sicurezza dall’abitacolo quando è stata travolta da un suv che sopraggiungeva sulla stessa corsia.

La 23enne è stata sbalzata all’esterno dell’auto, sull’asfalto. Un impatto violento quanto fatale quello avvenuto alle 19 circa di sabato 27 agosto. A bordo del Suv che l’ha travolta, c’erano due pensionati. 

Il toccante post del fidanzato di Alessia Grimaldi

Michele, il fidanzato di Alessia, ha ricordato la giovane con un toccante post social:  “A te che mi facevi ridere, mi hai capito e mi hai sostenuto. A te che mi hai sempre amato. Non ti dimenticherò mai e non smetterò mai di amarti. Riposa con gli angeli, piccola mia” ha scritto il giovane. I genitori, che già hanno riconosciuto la salma, hanno raccontato una prima ricostruzione dell’incidente. Sulla dinamica dei fatti indagano le forze dell’ordine coordinate dalla procura di Bologna.

Articoli correlati

Back to top button