Cronaca

Tragedia in montagna: si allontana dagli amici e scivola nel fiume, morta 26enne

Secondo una prima ricostruzione la 26enne si sarebbe allontanata dal gruppo

Tragedia in Val Daone, sulle Dolomiti, dove nel pomeriggio di oggi, sabato 23 ottobre un’escursionista di 26 anni è morta. Secondo le ricostruzioni, la giovane era in compagnia di amici per praticare bouldering ovvero l’arrampicata su grossi massi rocciosi. La donna, residente a Maranello in provincia di Modena, ha perso la vita nei pressi del lago, dopo essere scivolata per diversi metri, finendo nel greto del fiume Chiese.

Incidente sulle Dolomiti: morta escursionista 26enne

Secondo una prima ricostruzione la 26enne si sarebbe allontanata dal gruppo. Non vedendola più tornare gli amici hanno chiesto aiuto intorno alle 17. Tecnico di Centrale Operativa del Soccorso Alpino e Speleologico, con il Coordinatore dell’Area operativa Trentino occidentale, ha chiesto l’intervento di una squadra di sei operatori della Stazione Valle del Chiese, che si sono portati sul posto con i mezzi, insieme ai Vigili del Fuoco di Daone, per dare inizio alle operazioni di ricerca.

Le operazioni di soccorso

Il corpo della ragazza è stato rinvenuto poco distante dal greto del Chiese. Con ogni probabilità la giovane è scivolata e ha sbattuto la testa, quindi è finita fino al corso d’acqua. Sul posto è volato l’elicottero di Trentino Emergenza, che ha sbarcato il Tecnico di Elisoccorso e il medico, il quale non ha potuto fare altro che constatare il decesso della ragazza. La salma è stata imbarellata per poi essere recuperata e trasferita alla camera mortuaria di Pieve di Bono.

Articoli correlati

Back to top button