Cronaca

“Non è infarto, ma Covid”, donna di Formia torna a casa e muore | La famiglia denuncia l’ospedale

In pronto soccorso alla paziente prescritti farmaci per il Coronavirus, poi le dimissioni

La donna di 68 anni, si era recata all’ospedale di Formia l’11 luglio lamentando dolori al torace e al braccio sinistro ma i sanitari l’hanno fatta ritornare a casa dichiarando: “Non è infarto, ma Covid”. Una volta a casa, la donna è morta. Ora i familiari hanno sporto una denuncia all’ospedale.

Donna muore, i medici a Formia: “Non è infarto, ma Covid”

Aveva un infarto in corso ma i medici le hanno prescritto Fluimucil e Toradol per attutire i sintomi del Covid. È quanto avvenuto l’11 luglio alla vittima Lucia Chiarelli, di 68 anni, che, purtroppo, è deceduta a causa della mancata diagnosi.

Il marito Francesco De Vincenzo attribuendo la morte della moglie, avvenuta in casa poche ore dopo, alla superficialità del personale sanitario si è rivolto ad un avvocato ed è stata presentata una denuncia chiedendo di disporre tutti gli accertamenti per chiarire le cause del decesso e accertare eventuali responsabilità dei medici. Raggiunto telefonicamente, il primario del pronto soccorso non ha voluto rilasciare dichiarazioni.

I fatti

Lucia si era recata al pronto soccorso a causa di forti dolori al torace e al braccio sinistro. La donna è stata sottoposta ad una radiografia al torace e all’analisi per verificare livelli alterati delle troponine, enzimi i cui livelli si innalzano in caso di infarto. Gli esami diagnostici non hanno fatto emergere anomalie, dunque, la donna è stata dimessa solo con una diagnosi di positività al tampone.

Le è stato richiesto anche l’isolamento domiciliare vista la positività.

La tragedia

Arrivata, però, a casa col marito, l’uomo è andato in farmacia per procurarle i medicinali. Una volta rientrato a casa, la tragica scoperta. Ha visto la donna crollare a terra. Da lì, la chiamata al 118, l’arrivo degli operatori sanitari, i tentativi di rianimazione. Tutte vane le speranze di salvarle la vita.

Una tragedia che poteva essere evitata secondo il marito. A detta dei familiari, la donna godeva di ottima salute e soffriva solo di ipertensione per cui ingeriva una pillola al giorno, unico farmaco assunto dalla donna.

Articoli correlati

Back to top button