Cronaca

Il nuovo virus A/H3N2 o influenza australiana: IN COSA CONSISTE E I SINTOMI

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie lancia l'allarme

La nuova influenza australiana, nota come virus A/H3N2, potrebbe essere molto grave per gli anziani e le altre categorie fragili a rischio complicanze: ma vediamo in cosa consiste e come si manifesta. Il primo caso in Italia è stato riscontrato in queste ore a Genova.

La nuova influenza australiana, primo caso a Genova: cos’è

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattia lancia l’allarme per un nuovo virus influenzale A/H3N2. Pasi Penttinen, capo del programma antinfluenzale dell’Ecdc, ha spiegato che un forte aumento delle infezioni influenzali durante l’attuale pandemia di Covid potrebbe avere gravi conseguenze per gli anziani e le persone con un sistema immunitario debole, con un onere aggiuntivo sui sistemi sanitari già messi a dura prova.

Le persone a rischio

Ad essere maggiormente a rischio di contagio sono le persone anziane in modo sproporzionato e i soggetti fragili.

I casi nelle altre Nazioni

Una forte circolazione del virus influenzale è stata già accertata in Croazia in modo insolitamente precoce. L’Ecdc ricorda che ogni anno “circa il 20% della popolazione viene infettata dai virus dell’influenza”, e che “un contagiato su 4 svilupperà sintomi. Gli anziani, le donne in gravidanza e i pazienti con patologie croniche come malattie cardiache, problemi a polmoni e vie respiratorie in generale, diabete o disturbi del sistema immunitario sono maggiormente a rischio di subire gravi complicanze”.

Il virus A H3N2

La sigla H3N2 porta alla memoria l’influenza di Hong Kong, una pandemia influenzale iniziata nella città asiatica nel 1968 e primo caso conosciuto di epidemia dovuta al ceppo H3N2 e si stima che provocò all’epoca tra le 2 e le 4 milioni di vittime. I sintomi dell’infezione erano quelli respiratori superiori tipici dell’influenza, brividi, febbre, dolore muscolare e debolezza che persistevano da quattro a sei giorni. I livelli più alti di mortalità erano associati ai gruppi più sensibili, vale a dire neonati e anziani.

I sintomi dell’influenza australiana

Nel primo caso riscontrato a Genova i sintomi principali sono stati: febbre alta, mal di gola, tosse grassa, dolori ossei e malessere generale. Tipico dell’influenza normale.

Articoli correlati

Back to top button