Cronaca

Influenza aviaria in Francia: galline, oche e tacchini in lockdown | Focolai anche in Italia

Il governo francese spera di evitare che si ripeta il fenomeno dell'inverno scorso che contò circa 500 punti di contaminazione negli allevamenti di volatili

Torna l’incubo influenza aviaria in Francia. Galline, oche e tacchini dovranno stare il lockdown per evitare il contagio in quanto il rischio per questi animali di contrarre l’influenza è elevato. L’aumento del livello di rischio implica che tutti gli allevamenti dovranno rinchiudere i polli per evitare contatti con gli uccelli migratori che potrebbero portare con se il virus.

Influenza aviaria: la Francia corre ai ripari con un lockdown

Il governo francese spera di evitare che si ripeta il fenomeno dell’inverno scorso, quando la Francia contò circa 500 punti di contaminazione negli allevamenti, soprattutto nel sud-ovest del paese dove si produce più “foie gras”. La crisi portò alla fine all’abbattimento di 3,5 milioni di animali, soprattutto anatre.

Focolaio di aviaria anche in Italia

L’epidemia di influenza aviaria riguarda anche alcune zone d’Italia: ad esempio conta ad oggi sei focolai in provincia di Verona. L’attenzione degli allevatori è massima, con l’adozione di tutte le misure di sicurezza previste dalla normativa. Lo rileva Confagricoltura Verona.

Il virus H5N1 viene descritto dagli esperti come particolarmente aggressivo e pericoloso e quindi la preoccupazione c’è – sottolinea Diego Zoccante, presidente della sezione di prodotto Allevamenti avicoli di Confagricoltura Verona -, ma sia l’Ulss che gli allevatori sono in possesso di un’esperienza ventennale in materia di aviaria e perciò, al momento, la situazione è sotto controllo“. Dall’ultima grande epidemia, che è stata nel 2017, tutti i protocolli relativi alla sicurezza sono stati potenziati, con l’introduzione di pratiche mirate a tutelare al massimo gli allevamenti.

Fonte: Il Mattino

Articoli correlati

Back to top button