Investire in Borsa, una guida per farlo correttamente

investire borsa

Investire in Borsa è un’attività praticata da risparmiatori anche nel nostro paese. Dalla metà degli anni ’80 tanti italiani acquistano azioni

Investire in Borsa è da decenni un’attività praticata da diversi risparmiatori anche nel nostro paese. Se per molto tempo questo tipo di investimento è stato appannaggio di pochi privilegiati, dalla metà degli anni ’80 è iniziata una sorta di febbre che ha spinto un gran numero di italiani ad acquistare le azioni di imprese reputate solide.

Proprio in quegli anni è diventata popolare l’espressione ‘azionariato diffuso’, indicante il fatto che a detenere le azioni delle maggiori aziende quotate in Borsa fosse un nutrito numero di investitori, grandi e piccoli. Con l’arrivo delle nuove tecnologie, però, anche essa ha dovuto adeguarsi e velocizzare le operazioni. Il trading online è stato la logica conseguenza di questa evoluzione.

Come investire in Borsa

L’investimento in Borsa può essere fatto seguendo due strade: rivolgendosi alla propria banca e richiedendone l’intermediazione al fine di acquistare le azioni di una determinata azienda oppure optando per un broker online che offre i propri servizi nel settore finanziario.

Nel primo caso occorre versare una provvigione alla banca e adeguarsi ai tempi lenti che questo genere di investimento comporta, nel secondo caso i processi di compravendita avvengono con la velocità che è tipica dei mezzi informatici e a costi sensibilmente inferiori.

Quando si decide di investire in Borsa, in maniera tradizionale o utilizzando la potenza del web, occorre sapere che si tratta di un’attività rischiosa, come tutte quelle di carattere finanziario. Esiste sicuramente la possibilità di guadagnare, ma per farlo occorre prendere il tutto molto seriamente. Chi pensa, perciò, che basti la fortuna, è assolutamente fuori strada.

Trading online: opportunità, ma anche rischi

I passi che possono condurre al guadagno sono in particolare due: la scelta di un intermediario affidabile, si tratti di promoter finanziario oppure piattaforma online, e il varo di una strategia in grado non solo di rendere possibile la riuscita delle proprie operazioni, ma anche di ridurne le perdite ove esse si rivelassero improvvide.

In particolare la scelta del broker se si investe in rete, come si può leggere sul sito Investireinborsa.me che offre consigli sul trading online, rappresenta un passo di fondamentale importanza. Ciò in termini di sicurezza, in quanto molti aspiranti trader sono stati truffati nel passato da operatori cui avevano affidato i propri soldi, ma anche di operatività, in quanto solo alcune piattaforme sono in grado di assicurare servizi di livello.

Si parla ad esempio di strumenti in grado di assicurare un livello di preparazione adeguato, quindi webinar formativi; o di versioni demo, modalità simulata che garantisce un primo approccio soft al trading online. Tutte caratteristiche che devono essere attentamente valutate se si vogliono evitare passi falsi ancora prima di iniziare le contrattazioni.

TAG