CronacaPolitica
Trending

Tutta Italia in zona gialla: cosa si può fare da oggi, lunedì 24 maggio

Per la prima volta tutta Italia in zona gialla Covid: ma cosa si può fare da oggi 24 maggio? Tutte le regole e le novità

Non era mai successo, tutta Italia in zona gialla, da quando il 4 novembre scorso la fascia gialla fu istituita da un Dpcm del governo Conte per indicare le Regioni a rischio Covid moderato. A rischio medio-alto, poi, le zone arancioni e a rischio alto le rosse. Ma ormai resta solo un ricordo. Da oggi, 24 maggio, tutte le Regioni sono in zona gialla, compresa la Valle d’Aosta che fino a ieri era arancione ed ora addirittura rilancia: qui dal 28 maggio riapriranno pure i ristoranti al chiuso (in anticipo, quindi, rispetto alla data del primo giugno prevista dal cronoprogramma del governo).  Vediamo insieme che cosa si può fare da oggi.

Tutta Italia in zona gialla: cosa si può fare da oggi 24 maggio

Segno, comunque, che la situazione epidemiologica è in netto miglioramento dappertutto e lo dimostra il bollettino di ieri: appena 3.995 nuovi contagi rispetto ai 4.717 del giorno prima. E anche se il tasso di positività (dato il minor numero di tamponi effettuati) risale dall’1,6 al 2,2% continuano a svuotarsi le terapie intensive (i posti occupati ieri erano 1.410 in tutt’Italia, 20 in meno di sabato) e soprattutto si contano 72 nuove vittime di Covid nelle ultime 24 ore, che sono sempre tante, tantissime, ma rappresentano il numero più basso dall’inizio del 2021. Due giorni fa i morti erano stati 125. È la seconda volta, in questo mese, che il conto dei deceduti giornalieri scende sotto quota 100: il 16 maggio furono 93.

L’Italia è in giallo e da oggi riapriranno pure le palestre, ma la verità è che il Paese pregusta ormai la zona bianca (rischio basso, con meno di 50 casi di Covid su 100 mila abitanti): dal primo giugno diventeranno bianche (e quindi via subito il coprifuoco) Molise, Sardegna e Friuli-Venezia Giulia. Il 7 giugno si aggiungeranno Abruzzo, Umbria, Veneto e Liguria. Poi via via tutte le altre, fino al 21 giugno quando il coprifuoco sarà superato ovunque per decreto.

Così, davanti alle tante imprudenti scene di assembramento viste ieri tra spiagge e piazze, a Milano, Roma, Bologna, Napoli, Venezia, con tanta gente senza più la mascherina, il ministro per gli Affari regionali, Mariastella Gelmini si appella ai cittadini: «Siamo all’ultimo miglio, ma non è un liberi tutti. Cominciano a vedersi i risultati, il Paese è in cammino verso una situazione di normalità, ma dobbiamo mantenere prudenza».

Gelmini a Domenica In: “Dal 15 giugno matrimoni con il green pass”

Matrimonio con il green pass. Dal 15 giugno matrimoni con il green pass e senza covid manager. Mariastella Gelmini, ministra degli Affari regionali, a Domenica In delinea il quadro in vista del semaforo verde ai matrimoni. “Il weeding sembra un settore minoritario ma non lo è, un milione di persone lavorano attorno a questi eventi. Dal 15 giugno ci si può sposare e si può festeggiare. Si voleva anticipare ulteriormente, ma questo non è stato possibile. Si potranno fare cerimonie con il green pass, non ci sarà il Covid manager”.

Riaprono le palestre e piscine 

Le palestre e piscine dopo mesi di stop forzato, riapriranno da oggi. La prima regola è il registro delle presenze che deve essere conservato per due settimane. Oltre al registro delle presenze e alla misurazione della temperatura all’ingresso, all’interno è necessario indossare la mascherina. Mascherina che potrà essere tolta soltanto durante l’attività fisica. Ma non è tutto, poiché, durante gli esercizi bisognerà garantire un distanziamento di 2 metri. Nel caso di attività sportiva all’aperto, invece, si potrà mantenere una distanza inferiore, di 1 metro.

Le regole

  • Sempre aperte farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole
  • Coprifuoco dalle 23:00 alle 5:00
  • Restano aperte le industrie ed i cantieri
  • Smart working ove possibile
  • Chiese aperte e funzioni religiose consentite nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal governo
  • Centri estetici aperti
  • Vietate feste al chiuso, sagre, fiere ed eventi analoghi
  • Consentita assistenza a parenti o amici non autosufficienti, nel rispetto dei protocolli anti-covid
  • Negozi aperti
  • Novità
    Per le scuole superiori, didattica in presenza ad almeno il 70% e fino al 100% della popolazione studentesca, con obbligo mascherina. Didattica a distanza per la restante parte
  • Chiusi sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò
  • Parrucchieri aperti
  • Capienza massima dei mezzi pubblici al 50%
  • Consentiti sport individuali all’aperto
  • Novità
    Dal 26 aprile è possibile il rientro presso le seconde case se il luogo di partenza e il luogo di destinazione sono entrambi ubicati in zona gialla o bianca
  • Novità
    Dal 26 aprile si riaprono teatri, cinema, live club, spazi all’aperto, con numero pre-assegnato, distanza di un metro e capienza non superiore al 50%, fino ad un massimo di 1000 spettatori negli spazi all’aperto e 500 spettatori negli spazi al chiuso
  • Novità
    Dal 1° giugno ripartono competizioni ed eventi sportivi a livello agonistico, con numero pre-assegnato, distanza di un metro e capienza non superiore al 25%, fino ad un massimo di 1000 spettatori negli spazi all’aperto e 500 spettatori negli spazi al chiuso
  • Novità
    Ristoranti aperti a pranzo e a cena con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto. Resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti ivi alloggiati. Dal 1° giugno le attività dei servizi di ristorazione, svolte da qualsiasi esercizio, sono consentite anche al chiuso, con consumo al tavolo, dalle ore 5:00 fino alle ore 18:00.
  • Novità
    Università aperte e lezioni prevalentemente in presenza
  • Novità
    Mostre e musei aperti sia nei giorni feriali che nei giorni festivi. Il servizio è assicurato previa prenotazione online o telefonica con almeno un giorno di anticipo
  • Novità
    Consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata (visite ad amici e parenti), una sola volta al giorno fra le 5.00 e le 23.00, nei limiti di quattro persone. Sono esclusi dal conteggio minori di anni 14, disabili o non autosufficienti conviventi
  • Novità
    Consentiti gli spostamenti in entrata e in uscita dai territori delle Regioni e delle Province autonome di Trento e Bolzano che si collocano nelle zone bianca e gialla
  • Novità
    Dal 26 aprile aperte scuole per l’infanzia e didattica in presenza per scuole elementari e medie per almeno per il 50% della popolazione studentesca, con obbligo di mascherina
  • Novità
    Dal 22 maggio, aperti anche nei giorni festivi e prefestivi tutti gli esercizi presenti nei mercati, centri commerciali, gallerie e parchi commerciali
  • Novità
    Riapertura anticipata delle palestre dal 24 maggio. Dal 1° luglio potranno riaprire le piscine al chiuso, i centri natatori e i centri benessere, nel rispetto delle linee guide e dei protocolli

 

Articoli correlati

Back to top button