Gossip

Johnny Depp: le gravi accuse durante il processo contro Amber Heard

Il racconto ricco di dettagli nel tribunale della Virginia dov'è in corso la guerra legale per 50 milioni di dollari

Iniziato da pochissimo il processo per diffamazione intentato da Johnny Depp contro Amber Heard ed è già fonte di rivelazioni che preannunciano pesanti risvolti. Stando ai legali dell’attrice, oltre alla violenza domestica l’ex marito avrebbe perpetrato contro di lei anche abusi sessuali avvenuti quando la coppia si trovava in Australia nel 2015.

Johnny Depp: gli abusi sessuali ad Amber Heard?

Durante il soggiorno appena citato, Depp l’avrebbe tenuta in ostaggio per tre giorni arrivando a penetrarla con una bottiglia di liquore. “L’ha bloccata contro il bar, le ha scagliato addosso una serie di bottiglie. Poi l’ha trascinata sul pavimento dove c’erano ancora le bottiglie rotte e l’ha presa a pugni. L’ha presa a calci e le ha detto che l’avrebbe uccisa, lui la odia”, è la tesi della difesa che ha anche parlato di altri abusi sessuali avvenuti nello stesso anno anche alle Bahamas sempre per via della dipendenza di Depp da alcol e droghe.

Ascoltando l’avvocato di Amber Heard che descriveva le violenze, Johnny Depp scuoteva il capo per negare le accuse respinte anche dai suoi legali: “Nessuna donna ha mai accusato l’attore di essere stato violento” è la tesi portata avanti dalla difesa dell’attore incolpato anche di una gelosia ossessiva per il miliardario Elon Musk con cui Heard ebbe una relazione dopo di lui.

I testimoni e la commozione di Johnny Depp

Per quanto riguarda i testimoni, a favore di Depp, la sorella che ha ricordato di aver sentito la Heard insultare il marito accusandolo di essere “vecchio e grasso” e ripercorso anche le violenze sul fratello da parte della loro madre quando era solo un bambino.

Papà (John Christopher Depp, ingegnere civile e secondo marito di Betty Sue Palmer, ndr) era sempre gentile, paziente, amorevole. Nostra madre tutto l’opposto: molto nervosa, ansiosa, arrabbiata” ha dichiarato Christi: “Gridava, gli urlava contro, lo colpiva, lo insultava… La lasciava gridare, permetteva che si sfogasse e finiva lì. Era un bambino, piangeva e se ne andava. Ma anche da grande, quando lei gli tirava oggetti o lo menava, prendeva e si chiudeva nella sua stanza“.

I ricordi hanno fatto commuovere Depp che sulla madre, quando morì nel 2018, disse: “È stato l’essere umano più cattivo che io abbia mai incontrato nella mia vita“, salvandosi poi il suo nome, arrivando persino a tatuarlo sul braccio sinistro: ‘Betty Sue‘.

Articoli correlati

Back to top button