Cronaca

Livorno, ucciso e rapinato anziano di 94 anni: arrestati l’ex badante e il compagno

Svolta importante nell’omicidio avvenuto lo scorso 27 agosto a Livorno

A Livorno uccidono anziano per rapinarlo. Svolta importante per l’ omicidio avvenuto lo scorso 27 agosto a Livorno. Gli inquirenti sono sicuri che a causare il decesso del 94enne fu un “evento traumatico”. In carcere un uomo e la sua compagna, che in passato aveva assistito la vittima come badante. Avrebbero soffocato l’anziano per poi rubargli i soldi che teneva nascosti in bagno.

Livorno, uccidono anziano per rapinarlo

Sono stati arrestati perché ritenuti responsabili dell’omicidio volontario, della rapina aggravata, e del furto aggravato di un uomo di 94 anni, trovato cadavere all’interno della propria abitazione, in zona Garibaldi, lo scorso 27 agosto. La donna, che in passato aveva assistito l’anziano come badante, si sarebbe fatta aprire la porta dell’appartamento sfruttando il rapporto confidenziale che li legava.

Poi lo avrebbe ucciso soffocandolo, dopo averlo immobilizzato. L’ipotesi alternativa, considerata dalla procura, è che invece la coppia lo abbia legato per rubare i soldi (che si trovavano in bagno), ma che non volesse ucciderlo: per questo, lo scenario alternativo, è l’omicidio preterintenzionale e il furto aggravato. Sono stati i carabinieri a eseguire l’ordinanza emessa dal gip del tribunale di Livorno.

Il caso 

I fatti risalgono allo scorso fine settimana, quando il figlio dell’anziano, non ricevendo risposta alle telefonate, aveva allertato il 118. A fare la tragica scoperta è stato il personale sanitario. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Livorno sono riusciti ad acquisire importanti elementi indiziari nei confronti della coppia, riuscendo poi a identificarli e arrestarli. “L’esame preliminare sulla scena del crimine da parte del medico legale – spiegano i militari – il contestuale repertamento di tracce da parte dei militari dell’Arma, utili ad indirizzare successivamente le indagini, fornivano conferme sulla morte presumibilmente violenta del novantaquattrenne”. I due si trovano rispettivamente nel carcere delle Sughere e nella sezione femminile del Don Bosco di Pisa.

 I fatti

Due persone, un uomo di 46 anni e una donna di 49, conviventi ed entrambi residenti a Livorno, sono stati arrestati perché ritenuti responsabili dell’omicidio volontario, della rapina aggravata, e del furto aggravato di un uomo di 94 anni, trovato cadavere all’interno della propria abitazione, in zona Garibaldi, lo scorso 27 agosto. La donna, che in passato aveva assistito l’anziano come badante, si sarebbe fatta aprire la porta dell’appartamento sfruttando il rapporto confidenziale che li legava. Poi lo avrebbe ucciso soffocandolo, dopo averlo immobilizzato. L’ipotesi alternativa, considerata dalla procura, è che invece la coppia lo abbia legato per rubare i soldi (che si trovavano in bagno), ma che non volesse ucciderlo: per questo, lo scenario alternativo, è l’omicidio preterintenzionale e il furto aggravato. Sono stati i carabinieri a eseguire l’ordinanza emessa dal gip del tribunale di Livorno.

Lo scenario finale

I fatti risalgono allo scorso fine settimana, quando il figlio dell’anziano, non ricevendo risposta alle telefonate, aveva allertato il 118. A fare la tragica scoperta è stato il personale sanitario.Lo scenario iniziale, però, “lasciava dubbi sulla possibilità che si fosse trattato di un decesso per cause naturali”, spiegano le forze dell’ordine.I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Livorno sono riusciti ad acquisire importanti elementi indiziari nei confronti della coppia, riuscendo poi a identificarli e arrestarli.

“L’esame preliminare sulla scena del crimine da parte del medico legale – spiegano i militari – il contestuale repertamento di tracce da parte dei militari dell’Arma, utili ad indirizzare successivamente le indagini, fornivano conferme sulla morte presumibilmente violenta del novantaquattrenne”. “A causare la morte, verosimilmente – è la tesi della procura – un evento traumatico che potrebbe aver portato al decesso per asfissia dell’anziano livornese”.

Articoli correlati

Back to top button