Cronaca

Tragedia a Livorno: Valeria trovata morta a 28 anni, disposta l’autopsia

A lanciare l’allarme sono stati alcuni colleghi visto che non rispondeva alle chiamate. Inutili i soccorsi

Tragedia a Livorno dove Valeria Di Martino Abagnale, 28enne originaria di Napoli, è stata trovata morta nella sua abitazione in via Montanari, nel quartiere di Colline. A lanciare l’allarme sono stati i suoi colleghi della Eni, dove lavorava come tecnologo di processo, che non aveva sue notizie.

Valeria trovata senza vita nella sua casa a Livorno

La tragedia si è consumata poco dopo le 10 di mercoledì 16 febbraio, quando i vigili del fuoco si sono recati presso l’abitazione della donna, dopo l’allarme lanciato dai colleghi di lavoro, che non l’hanno vista arrivare. Preoccupati dal fatto che non riuscivano a mettersi in contatto con lei, hanno chiesto aiuto: quando i pompieri sono riusciti ad entrare in caso, hanno fatto l’angosciante scoperta. Per la 28enne non c’era giù più niente da fare. I tentativi di rianimazione dei volontari dell’Svs di Ardenza e quelli della Misericordia di Livorno, giunti con il medico, si sono rivelati vani.

L’autopsia chiarirà le cause della morte

Sul posto, per comprendere con esattezza le cause della morte, sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Livorno, guidati dal capitano Ugo Chiosi, che come da prassi hanno avvisato il sostituto procuratore di turno. Presumibile che sul corpo della donna venga disposta l’autopsia per risalire con certezza alle cause del decesso. La prima ipotesi è quella del malore.

Articoli correlati

Back to top button