Gossip

Selvaggia Lucarelli critica la copertina di Vanessa Incontrada: ”Questa storia ha rotto”

Dopo la critica della Ferilli arriva anche quella di Selvaggia Lucarelli

Selvaggia Lucarelli critica la copertina di Vanessa Incontrada dedicata al body positivity. Infatti, dopo la critica di Sabrina Ferilli, arriva anche questa della Lucarelli. Il titolo del settimanale è “Sei Bellissima“, ma non è piaciuto all’attrice romana, che invita la collega a tornare a parlare di lavoro.

Selvaggia Lucarelli critica la copertina di Vanessa Incontrada

Selvaggia Lucarelli critica la copertina di Vanessa Incontrada dedicata al body positivity. Infatti, dopo la critica di Sabrina Ferilli, arriva anche questa della Lucarelli. Il titolo del settimanale è “Sei Bellissima“, ma non è piaciuto all’attrice romana, che invita la collega a tornare a parlare di lavoro.

Infatti, sui social ha scritto: “E sei grassa, no sei magra, ‘guardatemi nuda, io vado bene così’, no non va bene così quella copertina è bodyshaming, no è solo una sua foto in costume, e allora vado in tv e mi mangio una mozzarella così faccio vedere che me ne frego, dai diciamole che è bellissima, ok per la copertina in cui mi dite bellissima, non parliamo più del corpo della Incontrada però mi raccomando parliamo del corpo di Vanessa Incontrada fingendo di parlare d’altro. Posso dire? Questa storia ha rotto il ca**o”.

incontrada

incontrada -2

Le critiche di Sabrina Ferilli

Il titolo di Vanity Fair è “Sei Bellissima” e ritrae appunto Vanessa che indossa uno sgargiante abito rosso, mentre fa spallucce alle critiche. Il titolo non è piaciuto alla collega Sabrina Ferilli. “Non critico l’attrice, ha spiegato la Ferilli su Instagram, Ma questo modo di raccontare tutto ed il contrario di tutto che porta ad un corto circuito insopportabile.

Poi ha aggiunto, continuando: ”Probabilmente s’è rotta le balle pure lei di essere messa in mezzo in sta storia che non ha più senso. Dura da secoli. E’ che a un certo punto da donna matura deve pure capire che ste storie non hanno più senso… E magari fare una copertina in meno e raccontare che lavoro sta facendo. Visto che meritatamente lavora tanto. Dai su, ma basta!”.

Articoli correlati

Back to top button