Cronaca

Shaw ha affrontato l’Italia con le costole rotte | Il retroscena sulla finale di Euro 2020

Luke Shaw ha giocato la finale di Euro 2020 con le costole rotte. Il retroscena dopo la finale persa ai rigori con l'Italia

Luke Shaw ha giocato con le costole rotte la finale di Euro 2020 tra Italia e Inghilterra. Il terzino britannico, autore del gol dell’illusorio vantaggio della squadra di Southgate ha concluso la partita poi vinta dagli azzurri ai calci di rigore restando in campo fino all’ultimo istante nonostante la rottura di alcune costole.

Luke Shaw ha giocato con le costole rotte la finale di Euro 2020

Il giocatore di proprietà del Manchester United, già molto apprezzato in patria per applicazione e rendimento, è diventato il vero e proprio eroe dei Tre Leoni. Lo staff medico inglese infatti gli diagnosticato la rottura di alcune costole ma questo – evidentemente – non ha rappresentato un ostacolo per Luke Shaw, tra i protagonisti dell’Inghilterra di Southgate arrivata in finale contro l’Italia.

Quando si è rotto le costole Shaw

Come rivelato da SunSport il terzino in forza al Manchester United, 26 anni, ha subito il brutto infortunio durante il 2-0 dell’Inghilterra negli ottavi di finale contro la Germania che gli ha causato la rottura di alcune costole. Shaw ha iniziato ogni partita della fase a eliminazione diretta, compresa la vittoria per 4-0 sull’Ucraina e la vittoria per 2-1 ai tempi supplementari sulla Danimarca e ha anche segnato il primo gol dell’Inghilterra nella finale contro l’Italia a Wembley (il suo primo gol in assoluto per i Tre Leoni).

Ora Luke Shaw è in vacanza in Grecia con altri compagni di nazionale e il suo allenatore Ole Gunnar Solskjaer è ansioso di capire l’effettiva entità dell’infortunio e se potrà averlo a disposizione subito dopo le sue vacanze.

Articoli correlati

Back to top button