Cronaca

Mamma di 37 anni morta dopo essere stata dimessa tre volte dall’ospedale: c’è l’indagine per omicidio

La donna è morta dopo essere stata dimessa dall'ospedale

Almeida, una giovane madre di 37 anni di 2 bambine, si è recata per ben tre volte al pronto soccorso dell’ospedale Carlo Poma di Mantova, in quanto accusava un forte dolore al braccio e al torace. Tutte le volte, però, – dopo gli accertamenti di rito – è stata rimandata a casa. Fino a quando, lo scorso 28 dicembre, il marito non l’ha trovata morta in casa.

Mantova, dimessa dall’ospedale: donna muore in casa

La giovane mamma di due bimbe di 2 e 6 anni ha accusato per la prima volta una forte dolore al braccio e al petto un paio di settimane fa. Onde evitare gravi conseguenze, si è prontamente recata all’ospedale Carlo Poma di Mantova. Qui le hanno effettuato alcuni accertamenti, dai quali – secondo i medici – non sarebbe emerso nulla di preoccupante. E, per questo, l’hanno rimandata a casa.

Poco dopo, però, la donna ha accusato un malore e, per questo, è tornata di nuovo al pronto soccorso, ma ancora non sarebbe emerso nulla dagli esami ed è quindi stata nuovamente dimessa. Intanto però il dolore continuava e ha deciso di chiedere di nuovo aiuto all’ospedale.

A trovarla senza vita è stato il marito

Questa volta le è stata prescritta una risonanza magnetica, che avrebbe dovuto fare dopo qualche giorno. Ma non ha fatto in tempo: mercoledì 28 dicembre, rientrando a casa, il marito l’ha trovata nel letto. Per la donna non c’è stato nulla da fare.

Aperta un’inchiesta

È stata aperta un’inchiesta per omicidio colposo sul caso di Paula Almeida, la giovane madre stroncata da un malore dopo essere stata dimessa dall’ospedale di Mantova. Il fascicolo al momento è a carico di ignoti. Il medico legale degli Spedali Civili di Brescia ha svolto la prima parte dell’autopsia.

 

 

Articoli correlati

Back to top button