Cronaca

Mattarella al centro delle teorie cospirazioniste: “è un agente dei servizi britannici che vuol fare fuori Trump”

Secondo la teoria complottista il presidente della Repubblica sarebbe “un agente dei servizi britannici con i quali ha messo a punto un piano per far fuori Donald Trump“

Anche Sergio Mattarella è finito al centro delle teorie dei cospirazionisti americani. Il presidente della Repubblica è il protagonista involontario di un video pubblicato sulla piattaforma BitChute, frequentata dalla destra estrema e da complottisti mondiali, nel quale viene definito “un agente dei servizi britannici con i quali ha messo a punto un piano per far fuori Donald Trump“. A riportarlo è La Stampa.

“Mattarella è un agente segreto britannico”: la nuova teoria cospirazionista

La teoria, circolata anche sul social conservatore Parler frequentato dai sostenitori di Donald Trump e finito offline dopo che Amazon, Apple e Google hanno deciso di non ospitarlo più sui propri server, è stata elaborata da un cospirazionista che nel video mostra una foto poco chiara in cui il presidente della Repubblica verrebbe arrestato dalla polizia italiana insieme al segretario di Stato americano, Mike Pompeo.

Non so se sia vero o no – dice l’uomo nel video -, ma quello che vi posso dire è che l’Italia è l’ultimo tassello di un piano di contrattacco cospirazionista ordito dalla Nato nei confronti degli Stati Uniti, il cui regista è il Regno Unito“.

Mattarella agente del MI6 arrestato

La teoria è che Mattarella sia “un agente del MI6 (i servizi segreti esterni di Londra, ndr) e lui ha messo l’intero governo a supporto dell’azione condotta sotto copertura dai britannici contro il presidente degli Stati Uniti d’America e per controllare l’intero sistema elettorale”. Il riferimento chiaro è alla teoria cospirazionista sostenuta dallo stesso Donald Trump secondo cui in alcuni Stati americani, alle Presidenziali del 3 novembre, si siano verificati dei brogli elettorali che hanno rubato le elezioni al tycoon che non è riuscito ad ottenere la riconferma alla Casa Bianca.

L’Italygate e le elezioni presidenziali negli Stati Uniti

Un vero e proprio Italygate, come è stato ribattezzato sulle piattaforme di complottisti, che l’autore del video spera possa essere contrastato dai sostenitori del presidente, in special modo all’interno delle forze armate: “Mi hanno detto che qualsiasi cosa debba essere fatta per tutelare (Trump) dal ‘deep State‘ fino a quando lui è presidente sarà fatta – conclude – Sono fiducioso che il presidente sia appoggiato dai militari, dalla polizia e dai pastori spirituali, andrà bene”.

Articoli correlati

Back to top button