CronacaPolitica

Matteo Salvini si scaglia contro il M5S: “Voterebbero anche il governo Topolino pur di non tornare a casa”

Durante la festa della Lega, il leader Matteo Salvini si scaglia contro il M5S sulle minacce di far cadere il governo e sul Reddito di Cittadinanza

Sono ore particolari. La riforma Cartabia giungerà alla Camera, tra le polemiche e le problematiche riscontrate nelle ultime settimane. Il M5S, decisamente attivo sul fronte, dimostrerà unità? Nel frattempo, Salvini durante la festa della Lega ha attaccato i Pentastellati sia sul fronte giustizia, che sulla misura del Reddito di Cittadinanza.

Salvini si scaglia contro il M5S durante la festa della Lega

Nel colloquio con Bruno Vespa, durante la festa della Lega, Matteo Salvini interviene a tutto campo, attaccando soprattutto il M5S. Sulla giustizia, Salvini ha dubitato di un possibile ribaltone: “Hanno minacciato- i Pentastellati- di far cadere cinque volte il governo. Se uscissero dal governo, non penso che per l’Italia sarebbe un dramma”. Poi, quasi ironicamente ha aggiunto “Tranquilli che non lo fanno per la poltrona. Voterebbero anche il governo Topolino pur di non tornare a casa”.


salvini-vaccino-covid-agosto-cocktail-party

Salvini vuole accantonare anche l’ultimo baluardo del M5S

In generale, l’intero Centrodestra non ha mai speso parole rassicuranti sulla permanenza della misura del Reddito di Cittadinanza. Anzi, soprattutto in occasione della carenza del personale stagionale, Salvini si era già espresso contrario alla misura, additando a questa la colpa della carenza della manodopera. Nel corso dell’intervento alla festa della Lega, il leader del Carroccio, ribadendo la sua posizione ha aggiunto: “La Lega fa spesso passi indietro, non è che possiamo fare passi indietro sempre.Questo è un disincentivo al lavoro ed un inno al lavoro nero”. Parole simili sono state espresse, soltanto poche ore prima anche da Matteo Renzi, leader di Italia Viva.

Salvini (forse?) dimentica di essere stato uno dei “sostenitori” dello stesso Reddito di Cittadinanza, insieme al suo partito. In realtà, nelle scorse settimane, Renzi aveva anche lanciato critiche sulla misura, direttamente a bordo del lussuoso yacht Camilla, noleggiato a prezzi esorbitanti. Questi segnali avvicinano ancor di più il partito di Renzi alla coalizione di Centrodestra?

Articoli correlati

Back to top button