Cronaca

Maturità e Terza Media: promossi il 99,9% dei candidati, crescono 100 e lode | I DATI

Nonostante il ritorno delle prove scritte, i maturandi e i licenziandi 2022 superano brillantemente gli esami finali

I darti forniti dal Ministero dell’Istruzione indicano che gli studenti italiani sono stati tutti promossi all’esame di Maturità e di Terza Media. Anno particolare, perché dopo le restrizioni causate dalla pandemia, i ragazzi sono ritornati in presenza.

Maturità e Terza Media: tutti promossi

Come rivelano i dati del ministero dell’Istruzione, il 99,9% degli studenti italiani ammessi all’esame di Stato di medie e superiori ha superato le diverse prove.

I dati delle Medie

Il tasso di ammissione all’esame nelle scuole medie è stato del 98,5%, in lievissimo rialzo rispetto all’anno scorso (+0,2%). La percentuale di promozione è però rimasta la stessa: 99,9%, con il Molise e la Basilicata che hanno raggiunto il 100%.

Più di un candidato su due ha ottenuto una votazione dall’8 in su: il 25,8% ha avuto 8, il 19,4% ha avuto 9 mentre il 7,2% ha avuto un bel 10. Il 5,9% degli ammessi ha anche ottenuto la lode: sul podio, guardando ai valori in percentuale, Puglia (8,8%), Calabria (8,6%) e Molise (8,5%).

Maturità: i dati

Il tasso di ammissione all’esame nelle scuole superiori è stato del 96,2%. I diplomati, come nel caso delle medie, sono stati il 99,9% di chi ha sostenuto le prove: si tratta dello stesso dato dell’anno scolastico 2020-21. Rispetto a 12 mesi fa, sale dello 0,4% il numero di chi ha ottenuto la lode (3,4%), mentre calano gli studenti usciti con 100 (9,4% nel 2022, 13,5% nel 2021).

I risultati 

I dati del ministero sulle superiori rivelano che le percentuali dei voti più alti sono praticamente stabili: tra 91 e 99 si passa dal 15,6% al 15,1% e tra 81 e 90 dal 20,8% al 21%. Il 51,2% degli studenti si colloca nella fascia di valutazione 60-80 rispetto al 47,1% dell’anno scorso. I diplomati nella fascia 71-80 passano dal 23,8% al 27%, i 61-70 dal 18,5% al 20,1%. In lieve calo i 60, che passano dal 4,8% al 4,1%. A ottenere la lode sono stati 16.510 studenti. Sulla falsariga delle medie, le Regioni con il più alto numero di lodi sono Calabria (6,6%) e Puglia (6,3%), seguite da Umbria (5%) e Sicilia (4,8%).

Licei

Nei licei il 5,1% dei candidati ha ottenuto la lode, in aumento rispetto al 4,7% dell’anno scorso. Il 12% ha raggiunto il 100, il 17,8% ha ottenuto tra 91 e 99 e il 22,4% tra 81 e 90. Il Classico si conferma al primo posto per numero di diplomati con lode (9%), seguito dal Liceo europeo (7,9%) e dallo Scientifico (7,5%).

Istituti tecnici e professionali

Negli istituti tecnici ha conseguito la lode l’1,8% degli studenti, percentuale stabile rispetto allo scorso anno. Il 7,1% ha ottenuto 100, il 12,1% tra 91 e 99. Negli istituti professionali la lode è andata allo 0,9% dei candidati, mentre il 5,8% ha raggiunto il 100. Fascia di voto 91-99 per il 12% e 81-90 per il 19,7% dei candidati. L’8,9% delle studentesse e degli studenti dei percorsi quadriennali ha ottenuto la lode, il 13,3% è uscito con 100.

Articoli correlati

Back to top button