Cronaca

Maurizio de Giovanni racconta l’infarto sui social: «Batte. Batte ancora»

L'autore partenopeo torna sui social dopo il terribile infarto che lo colpito

L’autore partenopeo, Maurizio De Giovanni, torna sui social dopo il terribile infarto che lo colpito per raccontarlo a chi lo ha sempre letto e seguito fino ad ora. Il post lo ha pubblicato sul suo profilo di Facebook ed ha ricevuto molte reazioni, tra cui commenti di chi lo apprezza.

Maurizio De Giovanni sui social dopo l’infarto: il racconto

«Batte. Batte ancora. Non che abbia mai smesso, naturalmente. Diciamo che a un certo punto s’è inventato una storia, e mentre me la raccontava si è così tanto immedesimato da diventare un po’ troppo realistico». Questo è solo l’inizio del post che Maurizio De Giovanni ha pubblicato sul suo profilo di Facebook per raccontare il terribile infarto che lo ha colpito.

Era la notte tra il 12 e il 13 luglio quando ha avuto il colpo, ed è stato ricoverato d’urgenza presso l’ospedale Cardarelli. Il seguito al malore è stato poi costretto a subire un’operazione. Il 19 luglio è stato dimesso facendo ritorno nella sua casa a Napoli, accolto da tutto il calore della sua famiglia e, soprattutto, dei suoi fan i quali sui social hanno scritto post di apprensione e di gioia per la salute dello scrittore.

Adesso è proprio Maurizio De Giovanni che ha scelto di raccontare la sua ‘‘esperienza. Ovviamente non sono mancate le parole di ringraziamento nei confronti degli infermieri e dei medici che gli sono stati vicino. «Mentre mi raccontava la sua storia, man mano più realistica, e l’auto correva verso l’ospedale e l’infermiera geniale diceva codice rosso avendomi solo guardato in faccia da venti metri.

Mentre si completava il viaggio verso un luogo di assoluta eccellenza e professionalità, mentre attorno a me ognuno sapeva con esattezza quello che doveva fare, in una coreografia perfetta che era un inno alla competenza, mi chiedevo il perché dell’assenza della paura». Di seguito, il post completo dell’autore.

Articoli correlati

Back to top button