Cronaca

Milano: battesimo finisce in rissa, tre carabinieri feriti e due fratelli arrestati

Una festa di battesimo è degenerata in rissa ad Arluno, nel Milanese

Battesimo finisce in una rissa tra parenti. È successo ad Arluno, in provincia di Milano dove una festa organizzata dopo la cerimonia religiosa avventa ieri, domenica 18 luglio, è finita in maniera inaspettata. Il bilancio finale è di tre carabinieri feriti e due persone arrestate per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Rissa tra fratelli al battesimo: panico ad Arluno

Oltre una decina di persone si erano riunite nel cortile di un condominio per festeggiare, con una grigliata, il sacramento ricevuto in chiesa. Ma qualcosa è andato storto: complice a quanto pare anche l’alcol, tra due dei presenti è sorta una discussione da cui è nata una colluttazione. Nel caos che si è scatenato un bambino di 11 anni si è allontanato dal cortile: quando i famigliari si sono accorti della sua assenza, allarmati hanno chiamato il 112 per chiedere aiuto.

Due fratelli in manette

Sul posto sono intervenute tre pattuglie dei carabinieri. I militari dell’Arma sono fortunatamente riusciti a trovare il bimbo, che si era nascosto dietro una pianta. Si sono poi recati nel cortile per controllare cosa stesse accadendo e qui sono stati investiti dalla reazione non proprio benevola di alcuni tra i presenti.

Nella rissa che si è scatenata tre carabinieri sono rimasti lievemente feriti: due hanno riportato traumi giudicati guaribili in dieci giorni, un terzo ferite lievi. Due tra coloro che “festeggiavano” sono invece stati arrestati dai carabinieri: si tratta di due fratelli di 30 e 24 anni, già noti alle forze dell’ordine per via dei loro precedenti. I due, di mestiere operai, dovranno adesso rispondere delle accuse di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Articoli correlati

Back to top button