Cronaca

Milano, ex guardia giurata con armi sovietiche in auto: condannato a 8 anni

L'uomo era stato fermato lo scorso novembre. Al seguito aveva anche delle granate

Milano, ex guardia giurata con armi sovietiche in auto: condannato a 8 anni. Nel capoluogo lombardo è arrivata la sentenza di condanna per un ex vigilante fermato dai poliziotti con un piccolo arsenale bellico lo scorso inverno.

A Milano arrestata una ex guardia con armi straniere

Lo scorso novembre, gli agenti della Polizia di Stato nel corso di un controllo avevano fermato un’auto guidata da una ex guardia giurata. Durante l’ispezione scoprirono che aveva al seguito un piccolo arsenale di armi di provenienza dell’ex Unione sovietica.

Le armi che aveva

Si contavano 5 fucili mitragliatori modello Kalashnikov Ak-47, munizioni, 6 granate ed una pistola Makarov. Inoltre vi erano altre 2 pistole di cui una di origine croata. Pertanto venne tratto in arresto.

Chi era l’uomo fermato

L’uomo era un 50enne ex vigilante, che in passato aveva ucciso un carabiniere nel corso di una rapina. Nelle ultime ore si è visto ricevere la sentenza di condanna che stabilisce 8 anni di reclusione con rito abbreviato.

Mistero sulle armi

L’arrestato non ha mai spiegato a chi fossero destinate quelle armi o a cosa ne volesse fare. Le autorità sospettano che potessero essere indirizzate alla criminalità organizzata. Tuttavia ciò rimane ancora un mistero.

Le parole del giudice

Oltre al numero e alla quantità delle munizioni sequestrate nonché alla presenza di altri accessori quali il silenziatore va sottolineato che quanto sequestrato costituisce un arsenale di elevata e micidiale potenzialità offensiva ed era certamente destinato ad ambienti della criminalità organizzata di alto spessore al fine di essere utilizzato per la commissione di gravi reati ha scritto il giudice nel verdetto.

Articoli correlati

Back to top button