Cronaca

Milano, Hrustic confessa «l’ho ucciso in un momento di rabbia»

È a dir poco scioccante la vicenda che ha portato alla morte il bambino di due anni, brutalmente assassinato a Milano dal padre rom Aliza Hrustic presso un appartamento di via Ricciardi.

Omicidio del bimbo: scioccanti confessioni di Aliza Hrustic 

Il caso ha avvolto l’intera penisola in un aura di terrore, sgomento, paura, tensione. In questo frangente, l’assassino confessa: «l’ho ucciso in un momento di rabbia» ed ora dovrà rispondere delle accuse di omicidio e violenza aggravata.

E a pensare che fu proprio lui a chiamare i soccorsi, quando gli agenti giunsero sul luogo del misfatto, trovarono un bambino esanime con addosso i segni di una violenza efferata, fuori controllo, un atto di brutalità che – da quello che si evince dalle sue dichiarazioni – porta il marchio di Aliza Hrustic.

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Back to top button