Cronaca

Milano, 44enne licenziato minaccia strage: agente lo ferma a telefono

Minaccia di compiere una strage dopo aver saputo di essere stato licenziato. A Milano un 44enne padre di famiglia è stato calmato al telefono e poi a convinto a farsi visitare in ospedale.

Milano, 44enne licenziato minaccia strage

Milano venerdì 3 aprile un 44enne ha minacciato di fare una strage con la sua auto a noleggio, dopo aver ricevuto la brutta notizia di essere stato licenziato.

Questo è quanto racconta un agente del quartiere al comando decentrato 8 della Polizia Locale meneghina. L’agente, infatti, avrebbe ricevuto una telefonata dal 44enne visibilmente preso dalla rabbia e dalla paura di non poter più dar da mangiare ai suoi figlio.

L’aiuto provvidenziale della Polizia locale

Proseguendo la conversazione, l’agente dal centralino è riuscito a far rimanere l’uomo nel suo appartamento e dunque ad inviare sul posto uno degli equipaggi dell’Unità problemi del territorio per cercare di chiarire la situazione.

Una volta tranquillizzato l’uomo, anche l’agente in questione è arrivato sul posto, convincendolo a farsi visitare presso il pronto soccorso psichiatrico dell’ospedale Fatebenefratelli.

La famiglia ora è sotto la supervisione dei servizi sociali del Comune di Milano, e sarà seguita in ogni passo per tutto il supporto materiale e psicologico, come afferma anche l’assessore alla sicurezza, nonché vice sindaco Anna Scavuzzo: “Questa operazione ha permesso forse di evitare il peggio, ma sicuramente di prendere contatto con una famiglia in difficoltà che ora sarà anche inserita nel circuito delle spese a domicilio degli hub“.

Articoli correlati

Back to top button