Cronaca

Monza, confessa omicidio sulla scheda elettorale: le indagini

Durante lo spoglio delle elezioni del 25 settembre scorso a Villasanta, alle porte di Monza, un cittadino ha confessato un omicidio sulla scheda elettorale. Le indagini della Polizia hanno portato a scavare nel cantiere abbandonato dove doveva sorgere un albergo e un centro sportivo.

Monza, confessa un omicidio sulla scheda elettorale

Durante lo spoglio delle elezioni del 25 settembre 2022, qualcuno ha lasciato un messaggio inquietante. Si è dunque chiamata la Polizia che sta indagando. Per ora rimane sono un’impronta l’unico elemento utile agli inquirenti.

Il messaggio sulla scheda elettorale

Su una scheda è apparso un inquietante messaggio anonimo: “Per le forze dell’ordine. Ho ammazzato un uomo. È sepolto in cantiere area nord. Date lui sepoltura cristiana, vi prego“.

Un messaggio in stampatello con la matita copiativa consegnata agli elettori. Questo è bastato per lasciare impressionati e visibilmente scossi i presenti.

“La presidente di seggio che si è ritrovata quella scheda tra le mani ha subito contattato i nostri uffici per chiedere informazioni sulle procedure da attuare in un caso del genere, fortunatamente più unico che raro – spiega il sindaco Luca Ornago – Le è stato detto di richiamare i rappresentanti delle forze dell’ordine che erano stati presenti al seggio durante l’intera giornata di votazioni e di affidare a loro il messaggio. Lei l’ha fatto e da allora abbiamo ovviamente lasciato le indagini in mano agli agenti”.

Le indagini

La Polizia ha scavato fino al tramonto nel cantiere abbandonato dove doveva sorgere un albergo e un centro sportivo, per cercare un cadavere. Non è ancora chiaro se dietro a questo giallo ci sia effettivamente un delitto o se si tratti solamente di uno scherzo o del messaggio di un mitomane.

Il primo sopralluogo

Al primo sopralluogo, effettuato il 19 gennaio, ha partecipato anche l’archeologo forense Dominique Salsarola, del Dipartimento Labanof di Milano, nominato consulente dalla Procura di Monza insieme alla botanica Giulia Caccia. Per il momento la polizia non ha ancora scoperto niente che possa confermare l’ipotesi dell’omicidio. L’unico indizio trovato è stato un biglietto rinvenuto in un condominio di Villasanta, vicino alla zona dove si sta scavando: “So che hai ucciso un uomo, ti prenderanno”, diceva. Si indaga per capire chi possa aver scritto questo messaggio.

L’analisi dell’impronta digitale

La scheda elettorale con la presunta confessione di omicidio è stata consegnata alla Questura il 25 settembre scorso, dal presidente di seggio, a fine scrutinio. Dall’analisi dell’impronta digitale isolata dagli investigatori sulla scheda non è stato possibile individuare chi possa averla scritta.

Il 25 gennaio, nel corso della trasmissione di Rai 3 Chi l’ha visto?, il capo della squadra mobile di Monza, Francesco Garcea, ha fatto un appello: “Noi auspichiamo che chi effettivamente possa avere dei dettagli ulteriori si faccia avanti e ci contatti in maniera tale da darci la possibilità di arrivare in una direzione o in un’altra ed eventualmente ritrovare qualcuno scomparso o dare la parola fine a una vicenda molto particolare”.

Articoli correlati

Back to top button