Cronaca

Il giallo a Monza, confessa omicidio sulla scheda elettorale

Verità o scherzo macabro?

Una vicenda da brividi quella avvenuta durante lo spoglio delle elezioni del 26 settembro scorso a Villasanta, alle porte di Monza, un cittadino confessa un omicidio sulla scheda elettorale. Ora bisogna indagare ma per il momento non c’è nessun sospettato solo un’impronta. Verità o scherzo macabro?

Monza, confessa un omicidio sulla scheda elettorale: s’indaga

Avvolto ancora nel mistero quello che è avvenuto a Villasanta. Durante lo spoglio delle elezioni del 26 settembre scorso qualcuno ha scritto una cosa inquietante. Si è dunque chiamata la Polziia che sta indagando. Per ora rimane sono un’impronta l’unico elemento utile agli inquirenti. Ma si tratta di una verità o solo di uno scherzo macabro?

La telefonata

La telefonata che ha sconvolto gli uffici comunali è arrivata intorno alle 4 del mattino durante lo spoglio delle elezioni politiche. Su una scheda è apparso un inquietante messaggio anonimo: “”Per le forze dell’ordine. Ho ammazzato un uomo. È sepolto in cantiere area nord. Date lui sepoltura cristiana, vi prego”.

Un messaggio in stampatello con la matita copiativa consegnata agli elettori. Questo è bastato per lasciare impressionati e visibilmente scossi i presenti.

“La presidente di seggio che si è ritrovata quella scheda tra le mani ha subito contattato i nostri uffici per chiedere informazioni sulle procedure da attuare in un caso del genere, fortunatamente più unico che raro – spiega il sindaco Luca Ornago – Le è stato detto di richiamare i rappresentanti delle forze dell’ordine che erano stati presenti al seggio durante l’intera giornata di votazioni e di affidare a loro il messaggio. Lei l’ha fatto e da allora abbiamo ovviamente lasciato le indagini in mano agli agenti”.

Le indagini

La speranza che infonde il cuore di tutti è che siano solo parole senza fondo di verità. In ogni caso le forze dell’ordine stanno lavorando su due piste: identificare chiunque abbia scritto quel messaggio e individuare il cantiere scritto nel biglietto. Sulla scheda tra l’altro sarebbe rimasta un’impronta digitale utilizzabile dagli esperti della Scientifica.

Articoli correlati

Back to top button