È morto Tilo Prückner, il Maghetto de La storia infinita aveva 79 anni

morto-tilo-pruckner-maghetto-storia-infinita

Si è spento all'età di 79 anni Tilo Prückner. Il decesso è avvenuto giovedì 2 luglio nella sua casa a Berlino, a causa di un'insufficienza cardiaca

Si è spento Tilo Prückner, l’attore tedesco tra i protagonisti de La Storia Infinita, all’età 79 anni. Il decesso è avvenuto giovedì 2 luglio nella sua casa a Berlino, a causa di un’insufficienza cardiaca. A dare la notizia è stato il suo agente. La sua carriera ha avuto inizio nel 1967. Quello per la recitazione è stato un grande amore che non ha conosciuto crisi. All’attivo, infatti, aveva oltre 230 lavori tra film e telefilm e non disdegnava neanche i ruoli minori.

Tilo Prückner, autoironico e amate delle cose semplici

Tilo Prückner era estremamente autoironico. Gli anni passavano e lui non se ne faceva di certo un cruccio. Al contrario, amava scherzare sul fatto che si vedesse invecchiato: “Quando mi vedo sullo schermo mi chiedo chi è quel Matusalemme?“. Spesso gli è stato chiesto di interpretare personaggi scontrosi e burberi e l’attore accettava la sfida con piacere. Quando non girava, amava godersi le piccole cose: “Mi piace stare con la mia famiglia, con i miei nipoti. Sono soddisfatto anche quando non giro. Mi piace anche solo andare al bar e starmene seduto a guardare la gente“.

La carriera di Tilo Prückner

Oltre al già citato La storia infinita, tra i film che lo hanno visto tra i protagonisti anche Berlinger diretto da Alf Brustellin e Bernhard Sinkel; Bomber & Paganini di Nikos Perakis; Il sarto di Ulm (Der Schneider von Ulm) di Edgar Reitz; Lena Rais di Christian Rischert; Der Willi-Busch-Report di Niklaus Schilling e Windstorm – Liberi nel vento di Katja von Garnier. Dal 2003 al 2019, poi, ha recitato nel poliziesco Kommissarin Lucas. Gli ultimi suoi lavori sono stati i film Schnitzel de Luxe, Krauses Hoffnung, Alle für die Mafia, Fluss des Lebens – Kwai: Familienbande, Alte Bande mentre quest’anno era uscito Krauses Umzug.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

TAG