Cronaca

La mossa di Berlusconi per annullare la condanna: “Revisione del processo”

Silvio Berlusconi ha richiesto la revisione del processo Mediaset per frode fiscale concluso con la condanna a 4 anni

Silvio Berlusconi si gioca l’ultima carta per ribaltare una sentenza ormai definitiva: la “Revisione del Processo“. Questa è la mossa dell’ex premier nel corso della vicenda giudiziaria che lo ha visto soccombere con una condanna a 4 anni di reclusione, al termine dei tre gradi di giudizio per il processo per frode fiscale, l’inchiesta Mediaset.

Caso Mediaset: Berlusconi si gioca il tutto per tutto con la revisione del Processo

Qualche mese fa gli avvocati di Berlusconi ha depositato dinanzi alla Corte di Appello di Brescia una istanza di revisione, alla luce di fatti nuovi, emersi negli anni successivi il verdetto che costò – va ricordato per inciso – anche lo stop della carriera istituzionale del leader di Forza Italia. Una richiesta di revisione che punta a ribaltare la condanna alla luce di fatti emersi negli anni immediatamente successivi la condanna estiva firmata – tra gli altri – dal giudice campano Antonio Esposito. Si tratta di una coda processuale legata al tentativo dell’ex premier di cancellare quella condanna, che è emersa ieri mattina, in modo puramente incidentale, nel corso di un processo che si sta celebrando a Napoli.

Il ricordo formalizzato a Brescia

Un ricorso finora solo annunciato che, si scopre ieri a Napoli, è stato invece formalizzato dinanzi ai giudici di Brescia (titolari dei casi di revisione per i processi nati a Milano), ora chiamati ad esprimersi sul caso legato al tentativo di riabilitazione dell’ex presidente del Consiglio. Si parte dalle testimonianze raccolte negli anni successivi, a proposito di una sentenza che qualcuno ritiene scritta, quasi una ossessione di qualcuno, tanto per usare le espressioni rimbalzate da Milano a Roma e da Napoli a Brescia negli ultimi mesi.

(Fonte: Il Mattino)

Articoli correlati

Back to top button