Cronaca

È morto Alexi Laiho: il musicista metal aveva 41 anni

Il cantante metal Alexi Laiho è morto all'età di 41 anni. L'annuncio sui social della sua band Bodom After Midnight

È morto all’età di 41 anni Alexi Laihocantante finlandese noto per la sua militanza nei Children of Bodom e successivamente nei Bodom After Midnight. Il decesso è stato annunciato nella giornata di oggi, lunedì 4 gennaio, ma non sono ancora note le cause della morte anche se negli ultimi anni pare abbia avuto problemi di salute.

Morto a 41 anni il cantante metal Alexi Laiho: chi era

Alexi “Wildchild” Laiho, all’anagrafe Markku Uula Aleksi Laiho è stato un cantautore e chitarrista finlandese, cofondatore e frontman del gruppo melodic death metal Children of Bodom.

Ha iniziato a suonare il violino all’età di sette anni. Influenzato dal heavy metal, musica che ascoltava la sorella, all’età di 11 anni abbandona il violino per la chitarra elettrica. Ha studiato chitarra e piano al conservatorio. Il suo modo di suonare è stato fortemente influenzato da Roope Latvala che ha in seguito suonato con lui nei Sinergy e dopo ancora nei Children of Bodom. Il suo modo di cantare invece è ispirato principalmente da Phil Anselmo dei Pantera e da Mille Petrozza dei Kreator.

Dopo aver preso parte a un esperimento musicale chiamato T.O.L.K. con alcuni amici del conservatorio, Alexi fondò nel 1993 una band death metal chiamata IneartheD (che in seguito diventò Children of Bodom) assieme al batterista Jaska W. Raatikainen. Dopo aver registrato all’età di 18 anni il primo album con i Children of Bodom, Something Wild, la band ha suonato un concerto in Russia assieme agli Impaled Nazarene e Alexi fu invitato a far parte della band come chitarrista. È stato con gli Impaled Nazarene fino al 2001, ma ha sempre dato a questa band un’importanza di secondo piano. Alexi è stato ospite nella canzone dei To/Die/For In the Heat of the Night e in alcune canzoni dei Norther. Ha inoltre co-prodotto l’album di debutto dei Griffin.


musica-metal-cantante-morto-alexi-laiho-carriera-chi-era


Nel 2000 ha fondato un progetto punk rock chiamato Kylähullut, assieme a Tonmi Lillman (ex Sinergy) e Vesa Jokinen dei Klamydia. La band è stata creata più per divertimento dei musicisti che per una vera carriera. Nel febbraio del 2002, Alexi sposa Kimberly Goss, cantante dei Sinergy, con una cerimonia privata in Finlandia. Il loro matrimonio è finito con il divorzio nel 2004.

Più recentemente Alexi è stato ritratto in alcune fotografie e video che proverebbero l’esistenza di una relazione omosessuale con il tastierista della band Janne Wirman. Alexi e Janne si sono in seguito rifiutati di confermare o di negare l’esistenza di tale relazione, limitandosi a dichiarare di essere solo amici. Alexi aveva le lettere “COBHC” (Children of Bodom Hate Crew) tatuate sulla mano. Il soprannome “Wildchild” deriva da una canzone degli W.A.S.P.

La morte 

Il 4 gennaio 2021 la pagina ufficiale del chitarrista sui social e i membri della sua band Bodom After Midnight annunciano la morte del musicista, avvenuta nella settimana precedente a causa di problemi di salute che si protraevano da qualche anno.

Discografia

Children of Bodom

  • 1997 – Something Wild
  • 1999 – Hatebreeder
  • 2001 – Follow the Reaper
  • 2003 – Hate Crew Deathroll
  • 2005 – Are You Dead Yet?
  • 2008 – Blooddrunk
  • 2009 – Skeletons in the Closet
  • 2011 – Relentless Reckless Forever
  • 2013 – Halo of Blood
  • 2015 – I Worship Chaos
  • 2019 – Hexed

Sinergy

  • 1999 – Beware the Heavens
  • 2000 – To Hell and Back
  • 2002 – Suicide by My Side

Impaled Nazarene

  • 2000 – Nihil

Kylähullut

  • Turpa täynnä

 

Articoli correlati

Back to top button