Cronaca Napoli, Napoli

Incidente a Posillipo, Rossella è sveglia e respira autonomamente

medici-falsi-malati-ospedale-cardarelli-napoli-difesa

La prognosi resta strettamente riservata ma si sono registrati miglioramenti per le sue condizioni cliniche: le condizioni dei giovani coinvolti

NAPOLI. Rossella Amato da questa mattina è stata estubata. La prognosi resta strettamente riservata ma si sono registrati miglioramenti per le sue condizioni cliniche. La 20enne napoletana, che insieme ad altri tre coetanei era rimasta ferita nell’incidente all’alba di venerdì, era stata sottoposta ad un delicato intervento neurochirurgico per un edema cerebrale in seguito al quale era stata ricoverata nel reparto di Rianimazione, dell’ospedale Cardarelli.

Incidente a Posillipo, le condizioni dei giovani coinvolti

Da questa mattina, come riporta Il Mattino, Rossella è sveglia, esegue ordini e respira da sola, sebbene questi miglioramenti non possano dare la certezza di altre evoluzioni del quadro clinico della ragazza che è monitorata 24 ore su 24 dal team di specialisti che l’ha seguita dal primo momento.

Aurora Oliveira Fonseca, 20enne coinvolta anche lei nell’incidente a Posillipo, è stata trasferita all’ospedale Cardarelli, dopo le prime cure prestate dai sanitari del Fatebenefratelli. Anche per lei la prognosi resta riservata.

Aurora, ha riportato una contusione epatica trattata dai medici del nosocomio in collina attraverso un monitoraggio delle lesioni che, per adesso, non hanno causato complicazioni. Prognosi di 20 giorni invece per Luca Mastroianni, il 20enne ricoverato al Trauma Center del Cardarelli per la lussazione del l’anca. Infine per il quarto ferito, Stefano Scarciello, assistito al Fatebenefratelli, la prognosi é Iimitata ad escoriazioni e contusioni multiple in varie parti del corpo.

Nelle operazioni dei soccorsi, dopo i primi interventi del 118 con le ambulanze delle postazioni Crispi, Chiaramonte e San Paolo hanno lavorato in sinergia le equipe mediche del  Pronto Soccorso del Cardarelli, diretto da Fiorella Paladino, della Rianimazione diretta da Maria De Cristofaro, del Trauma Center diretto da Giusepoe Noschese, della Neurochirurgia diretta da Pasquale Caiazzo e dello staff medico e specialistico del Fatebenefratelli

feritiIncidenti StradaliNapoliospedali

Ultime notizie