Curiosità

Neri Per Caso, trent’anni di successi e l’amore per i Beatles

Neri per Caso un nome che negli anni 90′ ed ancora oggi è sulla cresta dell’onda del panorama musicale italiano. I successi artistici, l’amore per i Beatles e trent’anni di carriera musicale raccontati in questa intervista per L’Occhio.


Neri per Caso


Neri per Caso: l’intervista

I ragazzi salernitani hanno di recente pubblicato il loro disco omaggio dedicato ai quattro ragazzi di Liverpool. Un amore che nasce da lontano come ci spiegano a noi de L’Occhio.


I Neri per Caso nascono nel 1990 e dal 1995 al 2010 realizzano 8 dischi vendendo ben 1.200.000 copie. Trent’anni di carriera artistica: come è cambiato il mondo e la musica intorno ai Neri per Caso?

È cambiato il modo in cui si ascolta la musica. Una volta si acquistavano dischi, adesso la musica si ascolta in streaming sulle piattaforme digitali


I fan e tutti gli appassionati di musica vi ricordano nelle vostre partecipazioni ai vari Festival di Sanremo. Per quei giovani venuti dal Sud, quanto è stato difficile imporsi nel panorama musicale italiano?

Non è stato difficile. Basta incontrare le persone giuste al momento giusto, e sopratutto avere un progetto solido su cui costruire un percorso artistico. Il nostro incontro fortunato è stato con il nostro primo produttore Claudio Mattone.


Neri per Caso


Qual è stato nel corso della vostra carriera artistica il concerto, o il tour, che ricordate con più emozione?

Credo che ognuno di noi abbia un momento che ricorda con più emozione. Sicuramente la prima volta all’estero, a Caracas, è uno dei momenti che in maniera condivisa ricordiamo con emozione.



Siete stati il primo gruppo su scala nazionale ad imporsi con il canto a cappella con tantissimi dischi venduti con la certezza di aver sdoganato un genere musicale. Quali consigli dareste a gruppi che oggi, vogliono proporre il “canto a cappella”?

Di avere fantasia e giocare con le voci. Dalle idee più bizzarre nascono le cose più interessanti.


Recentemente siete stati protagonisti nel disco omaggio “We love The Beatles”. Come è nata questa idea e la selezione dei brani da inserire nell’album?

I Beatles sono sempre piaciuti a tutti noi e da anni volevamo realizzare un disco dedicato a loro. La scelta dei pezzi è stata semplice in quanto non è difficile mettere d’accordo i gusti di tutti noi sul loro repertorio.


Sergio Cimmino

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto