Almanacco

12 gennaio 1998: 19 nazioni europee dicono “no” alle clonazioni umane

1998: 19 nazioni europee concordano di vietare la clonazione umana. Nella giovane storia della bioetica si tratta di un passaggio fondamentale

Il 12 gennaio del 1998, in linea con le posizioni degli Stati Uniti d’America e in seguito anche del Regno Unito, 19 nazioni europee danno un secco “no” alle clonazioni umane.

19 nazioni europee dicono “no” alle clonazioni umane

Un passaggio fondamentale nella giovane storia della bioetica: fu il 12 gennaio 1998 che 19 nazioni europee concordarono di vietare la clonazione umana.


clonazione-umana


Secondo i sostenitori di tale pratica a scopo terapeutico, si potrebbero creare cellule geneticamente identiche adatte a pratiche di medicina rigenerativa, fino a tessuti ed interi organi adatti a trapianto.

Presunti benefici

Questo tipo di cellule, tessuti e organi non dovrebbero indurre una risposta immune e rendendo non necessaria la terapia adiuvante con immunosoppressori.


clonazione


I benefici potrebbero riguardare non solo la ricerca di base, ma anche gli sviluppi terapeutici per malattie gravi come il cancro, l’insufficienza cardiaca e il diabete, miglioramenti nella terapia delle ustioni e la chirurgia plastica e ricostruttiva.

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Back to top button