CronacaPolitica

Totoministri: alto profilo e preparazione, la possibile squadra di governo (con tante donne)

I nomi dei nuovi ministri del governo Draghi: tante donne al governo. La rappresentanza dei partiti politici sarà ridotta ai minimi termini

Resta caldo il tema dei nuovi ministri del governo Draghi con diversi nomi che si fanno largo tra le tante ipotesi. Fino a questo momento, Mario Draghi si è confrontato solo col Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sulla formazione della squadra di governo. 


governo-programma-mario-draghi-cosa-vuole-fare


Mattarella e Draghi individueranno di concerto le più importanti caselle del governo. Ovvero, i tre ministeri economici (Economia e Finanza, Sviluppo economico, Infrastrutture e Trasporti), i dicasteri degli Esteri, Interno, Difesa e Giustizia. I ministeri dall’Ambiente alla Sanità, dall’Istruzione alle Pari opportunità, sarebbero destinati ai partiti.

I nomi dei nuovi ministri del governo Draghi

La rappresentanza dei partiti politici sarà ridotta ai minimi termini. Non più di due ministro dei grandi partiti, ovvero Pd, Lega Movimento 5 Stelle. Per i dem i “favoriti” sono DarioFranceschini,AndreaOrlando e Lorenzo Guerini. Il M5S vede avanti Luigi Di Maio.

Chi sarà il sottosegretario a Palazzo Chigi: Luisa Torchia o Daniele Franco

Per la carica di sottosegretario Palazzo Chigi si fanno i nomi di Daniele Franco, direttore generale della Banca d’Italia, e Luisa Torchia, giurista e allieva di Sabino Cassese e Massimo Severo Giannini. C’è anche la pista Luigi Carbone, attuale capo di gabinetto al Ministero dell’Economia.

Chi sarà il ministro dell’Interno: Luciana Lamorgese o Lamberto Giannini

Per il ruolo di Ministero dell’Interno potrebbe registrarsi la conferma di Luciana Lamorgese, al Viminale già nel governo Conte. Altro nome autorevole che circola è quello del prefetto Lamberto Giannini, super esperto di terrorismo.


nomi-nuovi-ministri-governo-draghi-chi-sono-donne


Chi sarà il ministro degli Esteri: Marta Dassù o Elisabetta Belloni

Mario Draghi nel suo programma punterà forte sull’aspetto europeistico del Paese. Attualmente il nome più accreditato sembra essere quello di Elisabetta Belloni, segretario generale della Farnesina. In corsa anche Marta Dassù, già viceministro degli Esteri ai tempi di Enrico Letta.

Chi sarà il ministro dell’Economia: Dario Scannapieco o Lucrezia Reichlin

Pur non escludendo l’ipotesi che Mario Draghi assuma ad interim il Ministero dell’Economia con l’aiuto di due viceministri, nelle ultime ore sono emersi i nomi del vicepresidente della Bei DarioScannapieco, dell’economista Lucrezia Reichlin, del professore CarloCottarelli, del manager VittorioColao e del vicedirettore generale di Bankitalia Luigi FedericoSignorini.


Toto-ministri, chi è Carlo Cottarelli: carriera, biografia, vita privata e quanto guadagna


Chi sarà il ministro della Giustizia: Paola Severino o Marta Cartabia

Due donne per il Ministero della Giustizia. Il primo è quello di Paola Severino, già Guardasigilli ai tempi del governo Monti. L’altro è quello di Marta Cartabia, costituzionalista ed ex presidente della Consulta, assai stimata dal Colle.

Chi sarà il ministro dell’Istruzione: Cristina Messa o Patrizio Bianchi

Una delle priorità del programma del governo Draghi sarà la scuola. Tra i papabili per il ministero c’è Patrizio Bianchi, professore di politica industriale ed ex assessore in Emilia-Romagna, e Cristina Messa, già rettrice dell’Università Bicocca di Milano.


Governo Draghi: scuola, fisco, giustizia, investimenti e ambiente: cosa c’è nel programma del premier incaricato

Articoli correlati

Back to top button