Cronaca

Norme da rispettare in Italia: ecco quelle più strane

Le leggi in Italia sono severe e devono essere rispettare rigorosamente: ma tra queste esistono alcune norme strane. Ecco quali sono. L’ultima chicca arriva da Tursi, in Basilicata: è vietata la circolazione e lo stazionamento ai cani in via Roma.

Norme in Italia: ecco quali sono le più strane

Le leggi vengono spesso contestate però senza alcun fondamento eppure devono essere rigorosamente rispettate. Ci sono norme fondamentali ma alcune sembrano abbastanza assurde. Scopriamo insieme di quali regole si parla.

Divieto di circolazione cani in Basilicata

L’ultima trovata arriva da Tursi, in Basilicata dove è stato imposto il divieto di circolazione e stazionamento ai cani in via Roma, in piazza e nei parchi gioco. A disporre l’ordinanza il sindaco Salvatore Cosma per dare un segnale forte e chiaro ai cittadini indisciplinati in compagnia dei loro animali.

Il provvedimento è stato contestato dall’Oipa nazionale che lo giudica illegittime e ne verrà richiesto l’annullamento.

Divieto di girare in spiaggia senza maglia in Veneto

Siamo ad Eraclea, in provincia di Venezia, dove è stato istituito l’obbligo di indossare sempre la maglia quando si è in spiaggia. Non è finita qui, perché è stato imposto anche il divieto di costruire castelli di sabbia, raccogliere conchiglie e prelevare sabbia.

A Venezia, inoltre, è vietato fare picnic e a breve sarà anche fumare.

Spezia, divieto di circolare indossando il costume

A Lerici, in provincia di La Spezia, non si può circolare indossando il costume, neppure per stendere gli asciugamenti fuori dai balcone e dalle finestre.

Dievieto di massaggi sulle spiagge di Emilia Romagna e Toscana

Niente massaggi da personale ambulante sulle spiagge di Emilia Romagna e Toscata: ovviamente, a meno che non si è disposti a pagare una multa elevata che va da 2mila a 10 mila euro.

Divieto di sedersi sulla scalinata di Trinità dei Monti a Roma

Istituito il divieto di sedersi sulla scalinata di Trinità dei Monti a Roma. A Sirolo, nelle Marche, non si può occupare il posto in spiaggia con un asciugamano.

Dievieto di mangiare un panino a Capri o Positano

Non si può mangiare un panino o indossare un paio di zoccoli a Capri o Positano. Inoltre, divieto dei fuochi d’artificio durante matrimoni e feste private a Positano, Bacoli e Ravello.

Divieto per gli artisti di strada a sostare nello stesso posto per più di quindici minuti a Sorrento: 500 metri più in là sono sufficienti.

Botti vietati

Botti vietati anche al Nord, come a San Biagio di Callalta, in provincia di Treviso.

A Brescia le gradinate dei monumenti storici sono considerate off limits. Qualche turista è già stato sanzionato con multe salatissime.

Niente baci o carezze ad Eboli

Ad Eboli invece non si può baciare o scambiarsi carezze mentre si è in auto con il proprio partner: chi non rispetta la normativa può incorrere in una sanzione fino a 500 euro.

Divieto di dar da mangiare ai piccioni

A Venezia, Lucca e Cesena non si può dar da mangiare ai piccioni. Nessun litigio invece per fidanzati e amici a Pordenone. Si rischiano multe da 25 a 500 euro.

Niente conversazioni con prostitute a Sanremo

A Sanremo, la città della musica italiana, non si può parlare con le prostitute mentre a Lecco è vietato chiedere l’elemosina. Stop alle infradito alle Cinque Terre. Chi non rispetta il divieto, può incorrere in una sanzione che va da 50 a 2.500 euro.

Regole strane nel mondo

Non solo in Italia, anche nel mondo ci sarebbero strane regole da seguire. In Svizzera è proibito tirare la catena del wc dopo le 22. A Singapore è vietata la vendita e il consumo di gomme da masticare.

A Dubai, invece, le coppie devono fare attenzione, baciarsi in pubblico è illegale. Vietato anche tenersi per mano, bere alcolici in pubblico e ubriacarsi, ballare per strada, assumere droghe, giurare o lanciare una maledizione e sputare. Tra i divieti strani anche quello di cantare “My Way” di Frank Sinatra nelle Filippine.

In Burundi, invece, è proibito correre in gruppo. In Turkmenistan, altra stranezza, dal 2005 il governo ha proibito agli artisti di esibirsi in playback durante spettacoli tv ed eventi culturali per “preservare la cultura autentica del Paese”.

Negli Stati Uniti sono vietati cibi che contengono giocattoli, quindi no alle uova Kinder con sorpresa all’interno che potrebbero essere ingerite dai bambini. Per Jetcost, anche importare i famosi cioccolatini nel Paese può valere una multa di 2.500 dollari. In Cina proibiti film come “Terminator” o “Ritorno al futuro”.

Mentre in Corea del Nord da pochi mesi c’è il divieto di indossare jeans e avere piercing. Curiosa anche la legge britannica: vietato morire in Parlamento.

Articoli correlati

Back to top button